Disoccupazione boom in Francia: è record dal 1999

Il governo Hollande non riesce a rispettare le promosse strombazzate in campagna elettorale. I senza lavoro non solo non sono diminuiti ma sono addirittura ai massimi da 14 anni

di Enzo Lecci, pubblicato il
Il governo Hollande non riesce a rispettare le promosse strombazzate in campagna elettorale. I senza lavoro non solo non sono diminuiti ma sono addirittura ai massimi da 14 anni

La crisi economica che sta massacrando la Francia ha fatto schizzare il numero dei senza lavoro nel quarto trimestre 2012. Secondo quanto comunicato dalle autorità parigine il tasso di disoccupazione in Francia nel periodo compreso tra settembre e dicembre si è attestato al 10,6% contro il 10,3% del precedente trimestre. Come sempre avviene in questi casi a destare preoccupazione sono soprattutto le cifre riferite alla disoccupazione giovanile che oltre le Alpi è salita al 25,7%, l’1,6% in più su base trimestrale e il 3,4% in più su base annua. Per l’economia francese si tratta del peggior risultato dal lontano 1999. I dati sul numero dei senza lavoro in Francia sono la migliore dimostrazione dell’incapacità dell’esecutivo Hollande  di rispettare l’impegno preso in campagna elettorale per ridurre il tasso di disoccupazione entro la fine dell’anno. Le politiche fiscali adottate da Hollande, intervenute in un contesto di grave crisi e economica e su un mercato del lavoro ingessato, si sono trasformate in un boomerang che non ha lasciato scampo al mondo del lavoro.  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economie Europa