Decreto semplificazioni: Rc Auto e vitalizi, tutte le misure previste dal governo

Le 13 misure del decreto semplificazioni: Rc auto equa, mobilità in deroga e tutte le altre.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Le 13 misure del decreto semplificazioni: Rc auto equa, mobilità in deroga e tutte le altre.

Oltre che sulla manovra finanziaria, nelle ultime ore si sono accesi i riflettori sul decreto semplificazioni. Sono in tutto 13 le misure approvate dal Consiglio dei Ministri, capeggiato dal premier Giuseppe Conte e affiancato dai vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Tra gli altri, spiccano i provvedimenti per Rc Auto, vitalizi e lotta agli sprechi. Prima di elencarvi tutte le semplificazioni adottate dal governo, vi ricordiamo l’approfondimento sulla Documento programmatico di bilancio per il 2019, approvato dal CdM e trasmesso all’Unione Europea all’inizio di questa settimana.

Le 13 misure del decreto semplificazioni

Il testo del decreto semplificazioni contiene la proroga degli ammortizzatori sociali per il biennio 2018-2019 e valida per le imprese che contano più di 100 dipendenti. Vi è poi la mobilità in deroga, il cui trattamento è concesso per 12 mesi a quei lavoratori che terminano o hanno terminato la mobilità nel periodo compreso dal 22 novembre dello scorso anno (2017) al 31 dicembre 2018. Spazio poi alle semplificazioni tra cui si annotano gestione separata, appalti, contratti collettivi, e riforma della governance dell’Anpal. Altre semplificazioni favoriranno lo sviluppo delle start up e della blockchain, tecnologia legata alle criptovalute.

Leggi anche: Pensioni, quota 100 non è sola: nel 2019 debuttano anche quota 101, 102, 103 e 104

Rc auto equa

Inoltre trova spazio la cosiddetta Rc auto equa, per cui vengono aboliti i vincoli di trasferimento della polizza oltre alla predisposizione di canoni differenti rispetto al territorio. Per quanto riguarda i vitalizi, essi andranno incontro al ricalcolo mediante il sistema contributivo (colpite le Regioni a statuto speciale e ordinario oltre alle province autonome). Sono poi stati istituiti l’anagrafe dei vaccini e un fondo per la riduzione delle liste d’attese. Spazio anche a Genova (fondi per Autotrasporto e porti), fondo di garanzia, missioni di pace e Ferrovie dello Stato. Infine attraverso il decreto semplificazione il governo ha stabilito lo stop al doppio incarico per i presidenti delle Regioni.

Leggi anche: Stangata Rc auto: rischio rincari assicurazioni al Nord e tariffe meno care al Sud, le provincie colpite

[email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Politica, Politica italiana