Decreto di Natale: spostamenti vietati, ma senza sanzioni

Quali sanzioni per chi non rispetta il divieto di spostamento durante le feste di Natale?

di , pubblicato il
Spostamenti tra regioni Dpcm 16 gennaio

Il decreto di Natale firmato lo scorso 3 dicembre vieta gli spostamenti tra Regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio, e quelli tra Comuni nei giorni 25, 26 dicembre e 1 gennaio. All’interno del decreto legge però, come evidenzia Francesco Clementi per Il Sole 24 Ore, mancherebbero le sanzioni pecunarie previste negli altri Dl (o meglio, non sarebbero applicabili). Infatti, sempre stando a quanto riporta il giornalista del quotidiano milanese, i divieti agli spostamenti sono uniformi sull’intero territorio nazionale (a differenza degli altri provvedimenti) e, ancora, prescindono da qualsiasi riferimento all’adeguatezza e proporzionali del rischio epidemiologico, visto e considerato che l’Italia si sta colorando interamente di giallo.

L’unica sanzione prevista sarebbe “francamente sproporzionata”

In conclusione, il noto quotidiano cita l’unica sanzione applicabile in questo caso, quella prevista dall’articolo 650 del Codice penale, vale a dire l’arresto fino a tre mesi con un ammenda fino a 206 euro, definita dallo stesso autore “una misura francamente sproporzionata”. Di più, Clementi parla di possibile svista tecnica o, addirittura, di regalo natalizio, sottolineando di nuovo come i divieti agli spostamenti tra Regioni e Comuni nel periodo di Natale siano senza sanzioni.

Si attende la risposta del governo

A questo punto si attende solo la risposta dell’esecutivo, anche perché il rischio è quello di una fuga generale e un via libera tutti, vale a dire lo scenario meno auspicabile se la volontà è quella di contrastare una possibile terza ondata nel mese di gennaio, quando tra le altre cose dovrebbe esserci finalmente spazio per il vaccino anti-Covid (con le campagne di vaccinazioni già iniziate in Russia). Nelle prossime ore, o nei prossimi giorni, capiremo se l’esecutivo è realmente in difetto, e dunque interverrà nuovamente sul testo del decreto per correggere il tiro, oppure confermerà la visione del giornalista (ma in questo caso si tratterebbe di un autogol pesantissimo).

Vedi anche: Quarantena o tampone: regole per chi va in vacanza durante le feste di Natale

[email protected]

Argomenti: ,