Crisi Spagna: la grande fuga dei capitali non si ferma

La fuga dei capitali dalla Spagna diventa un esodo: in un anno si è passati da 3 mld a 26 mld di euro

di Enzo Lecci, pubblicato il
La fuga dei capitali dalla Spagna diventa un esodo: in un anno si è passati da 3 mld a 26 mld di euro

Non è dato ancora sapere se l’intesa raggiunta questa mattina alle 5 a Bruxelles sullo scudo anti spread possa sortire gli effetti sperati, ma è chiaro che se neppure questo segnale sarà in grado di riportare la fiducia allora per l’Europa, o quantomeno per i paesi periferici, si metterà davvero male. Gli ultimi dati sulla crisi spagnola sono del resto molto di più che un semplice campanello di allarme. Secondo la Banca Centrale Spagnola, nel mese di maggio, è proseguita la fuga dei capitali da Madrid. In particolare la Spagna avrebbe accusato deflussi di capitale per 26,6 miliardi di euro contro deflussi che appena un anno fa erano pari a 3,3 miliardi di euro. Il deficit delle partite correnti si è invece ridotto ad aprile a 1,7 miliardi contro i 3 miliardi un anno fa. In questo caso le ragioni alla base del vigoroso calo sarebbero da cercare nel calo delle importazioni che sono passate a  20,7 miliardi da 21,4 dell’aprile 2011.    

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Crisi Spagna