Crisi nera Air Italy: 1.200 posti di lavoro a rischio, quale futuro per i passeggeri

Air Italy rischia la liquidazione. Le associazioni professionali Anpac e Anpav lanciano l'allarme per i lavoratori.

di , pubblicato il
Air Italy rischia la liquidazione. Le associazioni professionali Anpac e Anpav lanciano l'allarme per i lavoratori.

Buco nero per Air Italy che rischia la liquidazione nonostante le settimane scorse i due soci, Aga Khan e Qatar Airways abbiano provato a trovare delle soluzioni. Il 2019 per la compagnia aerea si è chiuso con un buco da 200 milioni come riporta La Repubblica in un recente articolo.

Ora a rischio ci sono 1.200 posti di lavoro e molte incertezze per quei passeggeri che hanno già acquistato i biglietti. 

Un progetto troppo grande

Per Air Italy il progetto iniziale era ambizioso, si sperava in un piano di espansione che però non ha dato i frutti sperati anzi le perdite sono arrivate al 60%. Akbar Al Baker aveva in mente un piano di crescita con 50 voli a lungo raggio operati da moderni aerei ma molti hanno chiuso velocemente e altri sono rimasti solo sulla carta. Si puntava a dieci milioni di passeggeri, 1500 assunzioni e nuove rotte intercontinentali, un piano forse troppo ambizioso che ha portato a questa situazione critica. Già il bilancio del 2018 aveva chiuso con una perdita di 164 milioni di euro e inoltre del piano industriale per i prossimi due anni non c’è traccia.

Aga Khan avrebbe chiesto a Qatar di cercare nuovi soci dopo aver speso milioni per cercare di tenere a galla la compagnia ma la ricerca non sembra aver portato frutti poiché Qatar, per legge, non può salire sopra il 49% di Air Italy nonostante abbia i mezzi per il sostenimento. Se non arriverà nessun salvataggio, insomma, la compagnia rischia la liquidazione.

Incertezze per i passeggeri

Oltre alle potenziali conseguenze negative che potrebbero ricadere sul Malpensa, che nelle intenzioni doveva diventare il nuovo hub della compagnia, ci si chiede anche che cosa accadrà ai passeggeri che hanno già acquistato biglietti con Air Italy. Alcuni potrebbero essere riprotetti con altre compagnie ma nulla, ad oggi, è chiaro e solo l’assemblea che si svolgerà oggi potrebbe aprire o meno nuovi scenari. 

Non è tardata ad arrivare la denuncia delle associazioni professionali Anpac e Anpav: “Anpac e Anpav, in rappresentanza di piloti e assistenti di volo Air Italy denunciano la grave situazione in cui, al momento, versano i lavoratori della compagnia aerea.  A fronte di promesse sull’ampliamento della flotta, incremento del lungo raggio e miglioramento dei servizi, purtroppo oggi i dipendenti devono affrontare una realtà fatta di dismissione di aeromobili e trasferimenti di base.”

Leggi anche: Crisi Air Italy, allarme sindacati: a rischio più di 1.200 posti di lavoro

[email protected]

Argomenti: ,