Crisi economica e coronavirus: ecco perché 1 italiano su 2 non va in vacanza

Secondo un report di Unioncamere e Isnart, che analizza i volumi turistici, è emerso che a spostarsi per le vacanze saranno solo 24 milioni di italiani.

di , pubblicato il
Secondo un report di Unioncamere e Isnart, che analizza i volumi turistici, è emerso che a spostarsi per le vacanze saranno solo 24 milioni di italiani.

Ormai sembra assodato che la crisi economica causata dal coronavirus e la sfiducia generica dovuta alla paura del contagio, ha spinto una buona parte di italiani a rinunciare alle vacanze estive. Secondo una ricerca di Unioncamere saranno il 40 per cento in meno i vacanzieri questa estate. Nonostante il bonus vacanze infatti, gli italiani non hanno certezze sugli spostamenti e a parte qualche weekend eviteranno grandi “esodi” come l’anno scorso.

Un italiano su due rinuncia alle vacanze per colpa del coronavirus

Grazie ad un report di Unioncamere e Isnart, che analizza i volumi turistici, è emerso che a spostarsi per le vacanze saranno 24 milioni di italiani ma tra questi l’86% rimarrà in Italia scegliendo alcune destinazioni come Sicilia o comunque località di mare. La Sicilia, in particolare, avrà un vero e boom di turisti con una previsione di 3 milioni di arrivi. Meno invece in Puglia, Campania e Sardegna che registrano un -10%, -22% e -14%. Ancora peggio per Lombardia, Lazio, Marche ed Emilia Romagna che registrano cali da 800 mila e 600 mila presenze. In sostanza, l’indagine è stata molto utile per appurare che circa 21 milioni di italiani non andranno in vacanza e chi partirà ha scelto zone meno coinvolte dal coronavirus. Basti pensare a Umbria, Abruzzo e Friuli che hanno visto un aumento importante rispetto allo scorso anno.

Saranno vacanze low cost

Un altro dato che conferma la crisi economica si riferisce al tipo di sistemazione e mezzo utilizzato per raggiungere la meta. Il 40% dei vacanzieri alloggerà in case vacanze e userà l’auto per spostarsi. In tal senso viene confermata la tendenza a vacanze low cost, non lontane da casa, in auto e lontani dai lussi degli hotel, anche per una questione di percezione di maggior sicurezza.

Confermato anche l’insuccesso del bonus vacanze, secondo il report: “Solo il 7,4% ne ha usufruito, mentre il 78,3%, ovvero quasi 19 milioni di italiani, dichiara di non utilizzarlo e un 14,3% è ancora indeciso”. In ogni caso sarà un’estate caratterizzata da un turismo di prossimità e con soggiorni più brevi anche a causa della mancanza di ferie.

Leggi anche: Turismo e vacanze a prova di covid 19: arriva l’algoritmo per mete sicure

[email protected]

 

Argomenti: ,