Crisi banche spagnole: 62 mld di euro per respirare

Il governo di Madrid si prepara a battere cassa per le banche iberiche

di Enzo Lecci, pubblicato il
Il governo di Madrid si prepara a battere cassa per le banche iberiche

In attesa dell’importantissimo vertice europeo della settimana prossima, iniziano ad arrivare le cifre sul costo del piano di salvataggio delle banche spagnole. Secondo i revisori indipendenti incaricati da Madrid, le banche spagnole hanno bisogno di una cifra compresa tra i 51 e i 62 mld di euro. L’importo, per quanto enorme, è comunque inferiore a quella linea di credito di 100 mld di euro che l’Europa aveva messo a disposizione due settimane fa dopo che, il caso Bankia, aveva tolto il velo da un sistema bancario che aveva risentito enormemente della bolla immobiliare (Bolla immobiliare Spagna: a picco i prezzi delle case). A questo punto, quantificata l’entità del piano di salvataggio, il governo iberico procederà formalmente all’invio delle richieste di aiuto. Secondo le autorità di Madrid quello che è stato fatto “è un passaggio decisivo nella direzione giusta, perché compie una diagnosi certa e credibile, delimita la necessitâ di capitali entro margini manovrabili e garantisce che l’assistenza finanziaria messa a disposizione della Spagna dai nostri soci europei è più che sufficiente per risanare le nostre entità finanziarie”.    

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economie Europa