Coronavirus negli altri paesi: le restrizioni previste per contrastare i contagi

Come si stanno muovendo gli altri paesi per contrastare una nuova ondata di coronavirus?

di , pubblicato il
Come si stanno muovendo gli altri paesi per contrastare una nuova ondata di coronavirus?

In tutta Europa si sta cercando di evitare nuovi lockdown senza mettere a rischio la salute pubblica a causa del coronavirus. Di seguito la mappa delle restrizioni che i Governi hanno messo in atto per evitare nuove chiusure future.

Francia e Spagna

La Francia è duramente colpita dal coronavirus, con 10mila nuovi casi le mascherine all’aperto sembrano non bastare più, Macron sta cercando di tranquillizzare i cittadini sottolineando che le prossime settimane saranno cruciali. Dopo la riapertura delle scuole, 32 sono già state chiuse con l’obbligo di lezioni online da casa. Si ipotizza la riduzione della quarantena da 14 a 7 giorni. Anche in Italia si sta pensando di ridurre la quarantena da 14 a 10 giorni. In Spagna la situazione è ugualmente peggiorata da luglio e ad oggi sono quasi 680 le persone ricoverate. Le strutture sanitarie si stanno preparando ad una nuova emergenza con nuovi reparti Covid, meno medici e infermieri in ferie e più posti letto.

Portogallo e Grecia

In Portogallo si sta cercando di inasprire le restrizioni sanitarie, è stata previsto anche il divieto di vendita di bevande alcoliche dalle ore 20 e il consumo nei luoghi pubblici, oltre che il divieto di radunarsi che scende da 20 a 10 persone. In Grecia vige l’obbligo della mascherina in tutti i luoghi pubblici chiusi. Fino al 15 settembre l’ingresso nel Paese è consentito solo per via aerea da Spagna, Albania, Bulgaria, Svezia, Belgio, Paesi Bassi, Macedonia del Nord, Romania, Emirati Arabi, Malta, Federazione Russa e Israele solo dietro presentazione di test molecolare negativo.

Regno Unito, Israele, India e Bulgaria

Nel Regno Unito intanto è stato disposto il divieto a radunarsi in più di 6 persone, tranne che negli impianti sportivi, i luoghi di preghiera, i matrimoni e i funerali.

Dal 18 settembre scatterà anche il secondo lockdown in Israele della durata di due settimane mentre negli ultimi giorni stanno peggiorando anche i casi in Bulgaria e in India.

Leggi anche: Come sarà viaggiare nei prossimi mesi con il covid: regole nei vari paesi

[email protected]

Argomenti: ,