Coronavirus, le 10 città italiane più colpite a livello economico dalla pandemia

I centri urbani che hanno subito i maggiori danni dal coronavirus.

di , pubblicato il
Città colpite coronavirus

La seconda ondata della pandemia sta mettendo paura a tutto il continente europeo. L’Italia, che fino a pochi giorni fa faceva segnare dati di gran lunga inferiori rispetto a Francia e Germania, oggi si riscopre fragile e torna a valutare misure forti per contenere l’avanzata del virus. Dovrebbe comunque essere scongiurato il lockdown, come più volte espresso dal premier Giuseppe Conte, che ha parlato di eventuali misure restrittire prese a livello regionale e non su tutto il territorio nazionale, spiegando come l’Italia non possa permettersi un altro lockdown su larga scala. Sull’argomento è tornato anche il Cerved, che per conto di Anci ha realizzato uno studio su quali siano i centri urbani medi italiani che hanno subito le conseguenze economiche peggiori a causa della pandemia.

Le prime 10 dieci città per concentrazione di fatturato nei settori a impatto molto forte:

– Potenza

– Chieti

– Biella

– Campobasso

– Prato

– Massa Carrara

– Frosinone

– Brescia

– Modena

– Terni

Le prime dieci città per concetrazione di fatturato negli anticiclici:

– Latina

– Imperia

– Enna

– Nuoro

– Parma

– Benevento

– Brindisi

– Matera

– Perugia

– Trapani

I centri urbani che subiranno gli effetti più disastrosi in termini di perdita di fatturato saranno:

– Chieti

– Potenza

– Campobasso

– Pesaro e Urbino

– Aosta

– Brescia

– Arezzo

– Livorno

– Lecco

I centri che invece riusciranno a resistere meglio alla crisi globale saranno:

– Latina

– Oristano

– Parma

– Imperia

– Ragusa

– Enna

– Barletta Andria

– Nuoro

– Ascoli Piceno

– Rieti

Queste sono invece le 15 città che in termini di valore assoluto saranno le più danneggiate dagli effetti della pandemia di coronavirus:

– Brescia

– Verona

– Bergamo

– Vicenza

– Treviso

– Modena

– Padova

– Monza e Brianza

– Varese

– Reggio Emilia

– Bolzano

– Udine

– Cuneo

– Mantova

– Parma

Ecco invece le prime dieci città italiane con il maggior numero di addetti in settori ad alto impatto Covid:

– Brescia

– Bergamo

– Vicenza

– Verona

– Padova

– Modena

– Monza e Brianza

– Salerno

– Reggio Emilia

– Parma

 

I dati provengono da uno studio del Cerved realizzato per conto di Anci, con la ricerca pubblicata nel dettaglio sul portale Business Insider Italia.

Vedi anche: Centri commerciali chiusi in Lombardia: quali negozi chiuderanno il weekend?

[email protected]

Argomenti: ,