Coronavirus, il dramma di lavoratori autonomi e ristoratori: “Lo Stato ci aiuti”

Le aziende e il popolo delle partite Iva chiedono risposte concrete da parte del Governo.

di , pubblicato il
Fuga cervelli

L’ultimo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha esteso a tutta l’Italia le norme applicate in precedenza ai territori delle zone rosse. Tra queste, vi è anche la chiusura di bar e ristoranti dopo le 18:00, oltre alla serrata di teatri, musei e cinema. Nelle scorse ore, numerosi personaggi dello spettacolo hanno invitato i cittadini a rispettare le regole imposte dal Governo, chiedendo loro di restare a casa. Esistono però milioni di persone in Italia che non possono permettersi il lusso di farlo, fino a quando almeno lo Stato non avrà trovato per loro soluzioni economiche adeguate alla situazione di emergenza in atto a causa del Coronavirus. Stiamo parlando dei lavoratori autonomi e dei ristoratori, molti dei quali stanno chiedendo aiuto allo Stato per consentire loro di far fronte alle scadenze fiscali e al pagamento dei dipendenti.

Le incombenze fiscali

Le aziende e il popolo delle partite Iva chiede risposte concrete da parte del Governo, fermo restando che la salute rappresenta una priorità. Allo stesso modo, però, anche l’aspetto economico è un tema fondamentale che non può essere trascurato. Dal pagamento dell’IVA lunedì 16 marzo alle cartelle esattoriali, passando per l’Inps e la rateizzazione degli accertamenti: sono tante le incombenze fiscali per i lavoratori autonomi e chi gestisce una piccola attività.

Decreto in arrivo: verso lo stop a tributi, bollette e mutui

Sembrano confermate le indiscrezioni secondo cui il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri atteso per oggi possa contenere lo stop a tributi, bollette e mutui. Nella giornata di ieri conferme in questo senso sono arrivate sia dal ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, in occasione di un’intervista radiofonica alla trasmissione Circo Massimo su Radio Capital, e il vice ministro all’Economia Laura Castelli, intervistata da Radio anch’io.

Lo stop a mutui e tasse vale anche per le famiglie e i privati, non soltanto dunque per le aziende e i lavoratori autonomi.

Leggi anche: Coronavirus e centri commerciali vuoti: dramma che dimezza affari e lavoro

[email protected]

Argomenti: ,