Coronavirus e zona bianca: come fare per entrarci

Come fare per entrare nella zona bianca e che cosa prevede.

di , pubblicato il
Spie rosse e province a rischio

Come fare per entrare in zona bianca? Ad oggi le regioni italiane sono divise tra zona gialla, rossa e arancione. Lombardia, Sicilia e Provincia di Bolzano si trovano nelle fascia di maggior rischio, Toscana, Campania, Molise, Basilicata e Provincia di Trento sono in fascia gialla mentre tutte le altre si trovano in fascia arancione. 

La zona bianca

Solo il 22 gennaio arriverà il nuovo report dell’ISS con i dati relativi ai contagi regionali che potrebbero decretare un cambio di zona per alcune regioni. Per quanto riguarda la zona bianca nessuna al momento può entrare a far parte di questa fascia. Per poter entrare in questa zona di minor rischio, infatti, bisogna registrare 50 contagi ogni 100mila abitanti e mantenere questo numero per tre settimane di seguito. Nessuna, al momento, può contare su numeri simili visto che la media generale è sopra a 300 contagi ogni 100mila abitanti, fino ad arrivare agli 856 contagi del Veneto. 

Cosa prevede

Dunque, per attivare la zona bianca è necessario abbassare drasticamente il numero di contagi, motivo per cui attualmente nessuna delle regioni sembra poter entrare in questa zona in cui si prevedono libertà di spostamento, apertura di palestre, piscine, teatri, centri estetici e tutte quelle attività ad oggi chiuse nelle altre fasce. La zona bianca significa tornare alla quasi normalità, uno scenario di tipo 1 di con rischio molto basso, che però deve essere mantenuto per tre settimane di seguito. 

Nel dettaglio, le regioni che entrano a far parte della zona bianca, non devono più seguire le restrizioni della fascia rossa, arancione e gialla ma in base a protocolli specifici, quindi legate alla situazione particolare del territorio. Inoltre, non si applicheranno più le misure urgenti di contenimento del contagio, legate alla sospensione o divieto di esercizio delle attività.

Quasi sicuramente riprenderanno le attività sospese e si studieranno dei nuovi protocolli, bisognerà anche continuare a rispettare il distanziamento, usare la mascherina e seguire le norme igieniche generali. Al momento, come già detto, nessuna regione sembra avvicinarsi alla possibilità di finire in zona bianca ma lo scopo è proprio arrivare alle condizioni che permettano ciò.

Vedi anche: Rientro in Italia viaggi all’estero: tamponi e quarantena, come funziona

[email protected]

Argomenti: ,