Coronavirus e i luoghi super diffusori, dove ci si contagia di più e di meno

Quali sono i luoghi dove ci si contagia di più e di meno? A cosa fare attenzione.

di , pubblicato il
Luoghi superdiffusori coronavirus

Con il nuovo Dpcm del 6 novembre e la divisione dell’Italia in tre macro aree, si cerca di limitare i contagi da coronavirus. Pur sapendo che è fondamentale continuare ad indossare la mascherina, rispettare il distanziamento e rimanere a casa il più possibile, esistono alcuni luoghi chiamati super diffusori, dove ci si contagia di più. 

I luoghi dove è più facile contagiarsi

Vari studi, tra cui quello condotto da Pier Luigi Lopalco, hanno cercato di capire quali sono i luoghi dove è possibile infettarsi di più. Partendo da un focolaio scoppiato in uno stabilimento in cui si lavorano le carcasse ad uso alimentare, era emerso che uno dei luoghi super diffusori sono i macelli, dove il freddo e l’umidità abbassano le difese immunitarie. 

Un altro luogo dove ci si contagia è la Chiesa, in particolare negli Usa, dove i cori sono moltissimi e cantare ha conseguenze negative per quanto riguarda l’emissione di droplet. Anche le carceri, gli stadi e le discoteche sono a rischio. Nel caso degli stadi, nonostante si trovino all’aperto, la densità delle persone presenti è comunque rischiosa mentre nelle discoteche il problema rimane quello degli assembramenti. 

Rischio alto, medio e basso a cosa fare attenzione?

In generale a rischio alto ci sono anche scuole e trasporti mentre uno studio delle Università Berkley e Tuft, avrebbe trovato almeno 12 luoghi pubblici dove è facile contagiarsi anche tramite le superfici: bancomat, maniglie dei cassonetti, negozi, entrate della metro, distributori di benzina, lavanderie, ristoranti, pulsanti dei semafori. Le più contaminate sono le maniglie dei cassonetti. 

In sintesi i luoghi super diffusori con rischio basso sono i supermercati, biblioteche, musei, medico, ristorante per cibo da asporto, cena all’aperto, campeggio, distributore di benzina e spiaggia.

  

A rischio medio si trovano i centri commerciali, uffici, mezzi pubblici, banche, metro, palestra, cena al chiuso, bagni pubblici, parchi giochi, piscina, hotel, picnic, cinema, teatro, aereo. A rischio alto ci sono bar, ristoranti, matrimoni, funerali, festa al chiuso, buffet, concerti, discoteca, stadio, parco divertimenti, messa e macello.

Vedi anche: Nuovo Dpcm, quali sono le Regioni che ora rischiano di diventare zona arancione o rossa?

[email protected]

Argomenti: ,