Coronavirus: crescono contagi sul posto di lavoro, chi si infetta di più?

Contagi anche sul posto di lavoro, chi si infetta maggiormente.

di , pubblicato il
Unilever lancia la settimana di lavoro di 4 giorni (ma pagata come 5)

I contagi da coronavirus si verificano sul posto di lavoro. Si parla spesso di come le persone si contagino, puntando il dito contro locali, mezzi pubblici o contesti familiari. Molti, però, avvengono anche sul posto di lavoro. 

Quanti sono i contagi sul posto di lavoro

Secondo un report Inail elaborato dalla Consulenza statistico atturiale dell’istituto, nei luoghi di lavoro si si sono verificati 54mila casi di contagio. I contagi sui luoghi di lavoro sono ripresi a settembre, secondo l’Inail ne sono stati rilevati circa 1.919, molti di più in confronto ad agosto. Sono state ovviamente le ferie estive a far calare i contagi nei luoghi di lavoro ma una volta tornati, sono ripresi arrivando al preoccupante dato di 54.128 casi. Andando nel dettaglio, l’84% dei casi si riferisce a uomini nella fascia 50-64 anni per il 69,9% e over 64 anni nel 19% con una età media di deceduti di 59 anni. 

Quali sono i settori più colpiti

I settori più colpiti sono quelli della sanità e assistenza sociale, quindi ospedali, case di riposo, case di cura, cliniche, residenze per anziani e disabili. A seguire anche l’amministrazione pubblica in cui sono stati denunciati l’8,9% dei contagi. Dal report è emerso che sono coinvolti anche i servizi di supporto alle imprese, quindi vigilanza, call center e pulizia, ma anche il settore manifatturiero, addetti stampa, industria alimentare e addetti alla lavorazione di prodotti chimici. Coinvolti anche i lavoratori dei servizi di alloggio e ristorazione. 

 

Nel report si è analizzato anche il contesto geografico. Il 55% dei contagi sul posto di lavoro è avvenuto al Nord Ovest, contro il 24,4% del Nord-Est, l’11,9% del Centro e il 2,4% del Sud. Numeri che fanno comprendere come la situazione stia diventando molto grave e anche il luogo di lavoro diventa rischioso.

 

Vedi anche: Nuovo Dpcm in arrivo? Ipotesi coprifuoco nazionale e restrizioni

Anche la Sicilia verso il lockdown, forse già subito coprifuoco e altre misure

[email protected]

Argomenti: ,