Coronavirus, cosa cambia fino al 31 luglio: voli, mascherine, locali e treni

Fino al 31 luglio rimane obbligatorio l’uso delle mascherine al chiuso, sui treni rimane l’obbligo di sedersi distanziati.

di , pubblicato il
Fino al 31 luglio rimane obbligatorio l’uso delle mascherine al chiuso, sui treni rimane l’obbligo di sedersi distanziati.

Il nuovo Dpcm del Governo ha prolungato fino al 31 luglio, le misure in scadenza per contenere il covid 19. L’annuncio è stato dato dal ministro della Salute, Roberto Speranza. Che cosa cambierà, in sostanza, fino a questa data?

Le regole

Le regole sono quindi state prorogate fino a fine mese come ha voluto sottolineare Speranza: “La ricerca della massima convergenza nella gestione di questa difficile emergenza sanitaria non è una ‘concessione’ che il governo regala alle opposizioni né uno ‘sconto’ che le minoranze fanno alla attuale maggioranza parlamentare, questa è la via maestra per portare il Paese definitivamente fuori dalla tempesta. E’ la via della responsabilità. L’unica, a mio avviso, seriamente percorribile nell’interesso prioritario e prevalente del nostro Paese”.

Fino al 31 luglio rimane obbligatorio l’uso delle mascherine al chiuso, quindi uffici, supermercati, mezzi pubblici, bar, ristoranti e ogni luogo in cui non è possibile rispettare la distanza, quindi anche parrucchieri, cinema e teatri. Cade il divieto di indossare la mascherina all’aperto in Lombardia, dove è stato disposto che questa potrà essere indossata solo se  non si potrà assicurare il distanziamento interpersonale.

Novità trasporti

Interessante anche la novità relativa al bagaglio a mano sui voli aerei. Da questo momento sarò nuovamente possibile portare il bagaglio a mano con sè come in passato, continuando però a rispettare tutte le altre regole relative a mascherina e distanza. 

Leggi anche: Voli e bagaglio a mano a bordo, ora si possono portare: tutte le novità

Sui treni, rimane l’obbligo di sedersi distanziati, a poltrone alternate, mentre se i posti sono in verticale si potrà non rispettare la distanza di un metro. Si fa però riferimento al fatto che le aziende ferroviarie dovranno garantire un sistema di aerazione rinnovato.

Resta ancora in vigore la chiusura delle discoteche al chiuso anche se nelle Regioni in cui l’indice Rt è sotto lo o i governatori potranno autorizzare le riaperture assumendosi la responsabilità delle scelte. 

Leggi anche: Coronavirus, regole dal 14 luglio: cosa cambia per voli, discoteche e movida

[email protected]

Argomenti: ,