Corea del Nord, Kim Jong-Un annuncia evento epocale: cosa ha in mente?

Corea del Nord, Kim Jong-Un celebra il settimo congresso del Partito di Lavoratori dopo 36 anni. L'evento non si sa ancora a quale annuncio sia dovuto e fa paura.

di , pubblicato il
Corea del Nord, Kim Jong-Un celebra il settimo congresso del Partito di Lavoratori dopo 36 anni. L'evento non si sa ancora a quale annuncio sia dovuto e fa paura.

La Corea del Nord celebra oggi per la prima volta dopo 36 anni il settimo congresso del Partito dei Lavoratori, indetto dal “Leader Supremo”, Kim Jong-Un. L’evento è di quelli che segneranno un’intera generazione nel paese, visto che quello precedente risale ai tempi del nonno Kim Jong Sun, morto nel 1994. Il congresso si tiene nello stesso edificio, in cui si celebrò quello del 1980, ovvero nella scuola Man Gyong Dae a Pyongyang. Per l’occasione è stato consentito l’ingresso nel paese a un centinaio di giornalisti stranieri, tra cui del Corriere della Sera, un fatto più unico che raro. (guarda qui: https://www.investireoggi.it/tech/viaggio-in-corea-del-nord-a-360-gradi-video/). Ma cosa dirà il giovane leader, poco più che trentenne, che ha ereditato dal padre Kim Jong Il la massima carica dello stato, dopo la morte improvvisa del dicembre del 2011? Nessuno lo sa e questo rende l’evento ancora più inquietante, considerando che i primi anni alla presidenza di Jong-Un si siano caratterizzati per un’estremizzazione dei toni contro tutte le principali potenze straniere, specie contro l’odiata America. Secondo alcuni analisti stranieri, potrebbe annunciare ai circa 3.000 delegati del partito che la Corea del Nord sarebbe già dotata della bomba nucleare e che è diventata autonoma su questo versante. Nel caso ciò accadesse, spiegano, non è improbabile che egli voglia evidenziare la sua forza con il lancio di qualche missile. Pertanto, c’è apprensione nei paesi confinanti, in particolare, nella Corea del Sud e in Giappone, quelli maggiormente minacciati dalla politica estera di Pyongyang. Ma stando alle rilevazioni dal satellite, non pare che siano in corso in questi giorni attività particolari nei siti, in cui avvengono i lavori per le velleità nucleari del paese asiatico.

       

Meno potere ai militari

Tuttavia, i cambiamenti annunciati potrebbero essere di altra natura. Kim Jong-Un desidera spostare le leve del potere dai militari al partito, puntando più sull’economia che non sulle armi, anche perché il paese è al collasso, nonostante non siano nemmeno ipotizzabili rivolte popolari, per via del clima di totalitarismo e di controllo ferreo di qualsivoglia forma di minimo dissenso dal regime “staliniano”. Anche al fine di sventare qualche tentativo di rafforzare il potere militare a discapito di quello del capo dello stato, in questi ultimi anni Jong-Un ha fatto giustiziare diversi vertici della Difesa, segnalando così la propria posizione. Proprio per rafforzare la presa sul partito e consolidare il potere personale, il Leader Supremo potrebbe nominare alla guida del partito la sorella Kim Yo-Jong, 29 anni, già oggi tra i massimi dirigenti. A questo punto, bisogna solo attendere quanto la stampa estera riporterà nelle prossime ore. L’unica certezza è che sarà annunciato qualcosa di grosso, anche se prevedere cosa abbiano in mente i dirigenti dello stato “eremita” è pressoché impossibile.    

Argomenti: , ,