Dal coprifuoco alle riaperture, nuovo decreto a maggio verso la normalità

Un nuovo decreto a maggio per regolare le nuove riaperture e spostare il coprifuoco?

di , pubblicato il
Coprifuoco a mezzanotte

I mesi di maggio e giugno saranno fondamentali per le riaperture e si parla anche di un nuovo decreto Draghi. L’Italia è ormai solo in zona gialla e arancione e la speranza è di continuare in questo modo anche per le prossime settimane in modo da raggiungere l’agognata normalità partendo dal coprifuoco.

Dal coprifuoco alle riaperture, in arrivo nuovo decreto

Da metà maggio si torna a parlare di nuove riaperture. Non solo l’arrivo del Green Pass italiano, che darà una mano al turismo e permetterà di spostarsi tra zone rosse e arancioni ma anche il coprifuoco sembra destinato ad un importante cambiamento. A quanto pare nei prossimi giorni potrebbe arrivare un nuovo decreto che posticiperebbe il coprifuoco alle 23 o a mezzanotte, con l’obiettivo di aprire la stagione estiva.

In più dovrebbero anche arrivare nuovi protocolli per la ripresa di eventi pubblici e privati. Dunque, il Governo valuterà gli effetti delle prime riaperture e deciderà entro la metà di maggio se posticipare di almeno un’ora il coprifuoco. Se tutto andrà bene dal 17 maggio si potrà restare fuori casa almeno fino alle 23.

Riapertura palestre, piscine e protocolli per i matrimoni

Sempre da metà maggio si valuta la riapertura di palestre e piscine ma con alcune condizioni. Saranno previsti dei nuovi protocolli per le attività al chiuso, in particolare l’uso degli spazi comuni con le dovute distanze. Per le palestre si potrebbe decidere per la ripresa delle attività al chiuso ma solo su appuntamento e con lezioni singole senza però usare gli spogliatoi.
Nel nuovo decreto, è previsto anche un protocollo per i matrimoni, dunque poter riprendere le cerimonie, anche battesimi, lauree e grandi eventi rispettando determinate restrizioni.

Anche il tifo allo stadio è pronto a ripartire. La finale di Coppa Italia tra Atalanta e Juventus del 19 maggio si giocherà con i tifosi sugli spalti. Lo ha confermato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa:

“La finale di Coppa Italia, Atalanta-Juventus, prevista per il 19 maggio al Mapei Stadium di Sassuolo, sarà aperta al pubblico. Dopo essermi confrontato con il Ministro Roberto Speranza, confermo la disponibilità del Governo ad aprire lo stadio ai tifosi al 20% della capienza”

Si attendono però in merito al numero di spettatori.

Vedi anche: Colori regioni dal 10 maggio: chi passa in zona gialla e arancione, addio al rosso

[email protected]

Argomenti: ,