Dal coprifuoco a mezzanotte e nuove riaperture, Governo studia piano “salva estate”

Dal coprifuoco a mezzanotte fino alle riaperture il piano salva estate dalla metà di maggio.

di , pubblicato il
Coprifuoco a mezzanotte

Dal coprifuoco a mezzanotte, passando per le riaperture e il Green Pass, il Governo Draghi studia un piano salva estate con un calendario ben preciso. Per i prossimi giorni si punta al Certificato Verde per riaprire al turismo ma nei piani c’è anche lo spostamento del coprifuoco.

Spostamento del coprifuoco alle 23 o a mezzanotte da metà maggio

Nei prossimi giorni, il Governo Draghi deciderà in merito al coprifuoco. L’intenzione è di posticiparlo alle 23 dalla metà di maggio o direttamente a mezzanotte, stessa data da cui entrerà in vigore il Pass Verde italiano per viaggiare nel nostro paese. Matteo Salvini vorrebbe cancellarlo del tutto ma la volontà del Governo è quella di posticiparlo di almeno 1 ora, quindi farlo slittare al massimo a mezzanotte. La data tanto attesa per lo spostamento del coprifuoco è il 17 maggio ma il Centrodestra incalza per aiutare le attività economiche a lavorare e vorrebbe toglierlo del tutto.

Con la ripresa del turismo da metà maggio, grazie all’arrivo del Green Pass, secondo il sottosegretario alla Difesa Giorgio Mulè, la cosa migliore da fare sarebbe quella di posticiparlo di un’ora e poi toglierlo direttamente da giugno. Secondo Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità, l’intenzione di fissare il coprifuoco alle 23: “E’ una strategia prudenziale per mantenere una situazione di controllo dei contatti sociali che possono avvenire la sera ed essere connotati da un particolare profilo di rischio.“

Insomma, appare chiaro che già nei prossimi giorni si deciderà in merito ad uno slittamento del coprifuoco a mezzanotte e in seguito, forse già da giugno, sarà del tutto eliminato, chiaramente con controlli molto severi per evitare assembramenti serali.

Un piano salva estate che prevede anche riaperture a scaglioni

Novità possibili anche per i matrimoni e le cerimonie.

La ministra per gli Affari regionali Mariastella Gelmini spinge per il 15 giugno anche se il ministro del Turismo Massimo Garavaglia, pensa che «non ha senso tenere chiuso il settore del wedding e non ha senso tenere chiusi i parchi a tema fino al 1° luglio, si può anticipare tranquillamente».
Ripartenza possibile dal 1 giugno anche per le piscine al chiuso anche se per adesso da quella data apriranno solo le palestre e delle piscine non si è parlato. Dalla stessa data riapriranno anche i ristoranti al chiuso mentre dal 1 luglio ripartiranno convegni, fiere e parchi.
Intanto, dal 15 maggio cadrà anche l’obbligo di quarantena per chi arriva in Italia in concomitanza con l’arrivo del Pass Italiano per viaggiare.

Vedi anche: Green pass italiano dal 16 maggio: come funziona il documento per viaggiare in estate

[email protected]

Argomenti: ,