Copertina Maurizio Crozza, Ballarò puntata del 14 maggio: il processo Berlusconi

Come liberarsi di Berlusconi? Basta fargli un codice penale su misura

di , pubblicato il
Come liberarsi di Berlusconi? Basta fargli un codice penale su misura

La copertina di Maurizio Crozza che ha aperto la puntata di Ballarò di ieri sera, 14 maggio 2013, si è focalizzata sul processo Berlusconi per il caso Ruby e la requisitoria di Ilda Bocassini. Dopo ben sei ore il pm ha chiesto 6 anni di carcere per l’ex premier: un anno ogni ora. Crozza ironizza sul numero di reati contestati che hanno richiesto una requisitoria così lunga tanto che il tribunale stava per chiudere: “Pensa se l’avesse fatta Ingroia, ci avrebbe messo così tanto che sarebbe scattata la prescrizione durante la requisitoria stessa” Venendo al contenuto della requisitoria il comico genovese si concentra sul reato di prostituzione minorile “Secondo la Boccassini, Berlusconi avrebbe pagato 4,5 milioni a Ruby, Berlusconi però ha sempre dichiarato di non averci fatto sesso… 4,5 milioni e non gliel’ha nemmeno data?! E questo è l’imprenditore più scaltro che abbiamo in Italia?!” L’attenzione del comico passa poi ad un fatto correlato: la manifestazione del Pdl a Brescia a sostegno di Berlusconi.A Brescia c’era tutto il Pdl, sembrava un musical: il Silvio Horror Pictures Show. C’era anche Alfano: il Ministro degli interni che manifesta contro i giudici; sarebbe come vedere il mio direttore di banca che sfascia il bancomat vestito da black bloc”.

La legge italiana è uguale per tutti: oppure no?

E poi una considerazione personale: “Possibile che questo Paese sia bloccato da vent’anni per i problemi giudiziari di lui? Riformiamo il codice penale! Chiamiamolo Codice Opinabile. Scriviamo la legge non è uguale per lui. Lui può fare quello che gli pare: corrompere, evadere,  insidiare minorenni, comprare senatori, insidiare senatori minorenni, corrompere prostitute che vadano con senatori marocchini, nipoti di Mubarak …”.

E’ questo il prezzo da pagare per un Paese libero?

Argomenti: