Consumi 2013. le famiglie riducono la spesa alimentare

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il

spesa-alimentareComunicato Stampa 29 gennaio 2013 Federconsumatori e Adusbef

 

CONSUMI 2013: LE FAMIGLIE RIDUCONO ALL’OSSO LA SPESA ALIMENTARE.

IL PANIERE DEI PRODOTTI ESSENZIALI COSTA 120,85 EURO A SETTIMANA. 

 

Le famiglie italiane, vista la grave perdita del proprio potere di acquisto, sono costrette ormai a molte rinunce. Il carrello della spesa alimentare, infatti, è ormai ridotto all’essenziale. Da un monitoraggio dell’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori è emerso che la spesa minima per i prodotti alimentari di una famiglia tipo composta da 4 persone (2 ragazzi e 2 adulti), è di 120,85 Euro alla settimana. Una spesa fondamentale il cui costo, rispetto allo scorso anno, risulta aumentato del +3,7%. Se alla spesa si aggiungono anche altri costi sempre necessari, ad esempio la benzina, l’abbonamento per i mezzi pubblici e la merenda per i ragazzi, si arriva ad un totale di 221,35 Euro la settimana (pari a 885,40 Euro al mese). Purtroppo l’impossibilità a sostenere tali spese ha comportato un cambiamento anche nelle abitudini alimentari delle famiglie: si acquista sempre meno carne e pesce, prediligendo invece piatti a base di uova o carboidrati (sicuramente più economici). Inoltre, si è tornati alla vecchia abitudine di produrre in casa pane, pasta e dolci (per le merende dei ragazzi), abbattendo così i costi anche dei oltre il 68%. spese alimentari altre spese

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Cittadinanza attiva