Concorso scuola 2012: si a carta e penna. Previste 4 sessioni di esame al giorno

Alcune indiscrezioni sulla prova preselettiva fanno sapere che saranno permessi l'uso di carta e penna forniti dalla commissioni e che ogni giorno saranno svolte 4 prove di esame.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Alcune indiscrezioni sulla prova preselettiva fanno sapere che saranno permessi l'uso di carta e penna forniti dalla commissioni e che ogni giorno saranno svolte 4 prove di esame.

Come noto già dal 23 novembre la prova preselettiva si terrà nelle giornate del 17 e 18 dicembre, non sono ancora state rese note le sedi, che si aspettavano per oggi, insieme alla pubblicazione online della batteria dei 3500 quiz. Il Miur ha fatto sapere che entro questa sera alle ore 20,00 saranno online i quiz da cui saranno estratti i quesiti della prova di preselezione al concorso per docenti, prova unica per tutte le classi di concorso. I candidati saranno convocati in una sola delle due giornate indicate per un solo turno. Ma ci sono molte anticipazioni che sono trapelate dal ministero e tra queste la più importante sembra essere quella che i candidati potranno usare carta e penna per prendere appunti durante la prova, il materiale sarà fornito dalla Commissione e non sarà permesso usare materiale proprio. Inoltre in ognuna delle due giornate di prove sono previste 4 sessioni di esami, gli orari trapelati per ogni sessione sono ore 9,00, ore 11,30, ore 15,00 ore 17,30. I candidati saranno estratti a sorte per la sessione d’esame a cui saranno assegnati, sessione che non potrà in nessun modo essere modificata.   Regole da seguire durante la prova Durante la prova i candidati non possono introdurre nella sede di esame, carta, appunti, libri e dizionari, strumenti per il calcolo, telefoni cellulari,  strumenti per la trasmissione dei dati. I candidati non possono tra l’altro comunicare tra loro dopo l’inizio della prova d’esame, violando queste regole sarà disposta l’immediata esclusione dalla prova e dal concorso.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Cittadinanza attiva