Concorso scuola 2012: i siti che forniscono le risposte non possono essere chiusi

I siti che offrono software per le risposte esatte ai quesiti del simulatorie per le esercitazioni del Miur non risultano essere pirati poichè il materiale contenuto è per il 3% diverso da quello del Ministero.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
I siti che offrono software per le risposte esatte ai quesiti del simulatorie per le esercitazioni del Miur non risultano essere pirati poichè il materiale contenuto è per il 3% diverso da quello del Ministero.

Questa volta il Ministero voleva fare le cose per bene, senza imbrogli, e aveva preparato una prova preselettiva che non prevedesse imbrogli e che soprattutto evitasse che i candidati potessero prepararsi utilizzando le sole capacità mnemoniche. Insomma il Miur puntava a testare le capacità logiche di comprensione del testo, di conoscenza della lingua inglese e le conoscenze di informatica reali dei candidati piuttosto che la loro capacità di memorizzare le risposte alle domande proposte. Infatti proprio per questo motivo il Miur ha messo a disposizione un simulatore che fornisce i 3500 quesiti da cui saranno estratte le domande che comporranno la prova preselettiva senza però fornire la risposta giusta alle domande errate, dando soltanto l’indicazione della domanda che risulta avere una risposta sbagliata. Ma qualcosa non è andato come il Ministro Francesco Profumo sperava e i candidati si sono attivati mettendosi d’accordo tra loro e ben presto sono stati messi in rete dei siti con software in grado di fornire la risposta esatta alla domanda di cui si inserisce il codice in maniera immediata. Visto il modo in cui i siti si sono organizzati velocemente in prima battuta si era pensato ad una fuga di notizie, ma la polizia postale non ha potuto fare nulla contro questi siti poichè almeno il 3% delle risposte fornite dai software risulta essere non identica a quella del MIUR e per tanto non si è potuto procedere alla chiusura degli stessi, non potendoli definire siti pirati. Intanto i candidati possono consultare tali siti per conoscere le risposte giuste ai quesiti che non conoscono, o per avere conferma che le risposte siano giuste, rendendo vano il tentativo del ministero della Pubblica Istruzione  di rendere questa prova diversa dalle altre.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Cittadinanza attiva