Concorso scuola 2012: date ufficiali non ancora note, trapelano prime indiscrezioni

In attesa che il Miur renda note le date e le sedi delle prove nella giornata di oggi, trapelano le prime indiscrezioni.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
In attesa che il Miur renda  note le date e le sedi delle prove nella giornata di oggi, trapelano le prime indiscrezioni.

Nella giornata di oggi, 23 novembre, saranno rese note le date in cui sarà svolta la prova di preselezione per il concorso a cattedre indetto dal ministro Francesco Profumo. Questa giornata, attesa con ansia e timore da tutti coloro che dovranno affrontare la prova di preselezione per poter poi accedere alla prova scritta, dovrebbe finalmente dare qualche certezza a tutti i candidati. La prova, a carattere nazionale, sarà composta da 50 quesiti da completare in 50 minuti estratti da una batteria di 3500 test che il ministero dovrebbe rendere noti tra il 26 e il 28 novembre per permettere a tutti una adeguata preparazione. Le 50 domande avranno una sola risposta esatte sulle quattro fornite. Le domande del test di preselezione, come si è più volte ricordato saranno suddivise in 4 aree tematiche: – 18 quesiti valuteranno le capacità logiche del candidato; – 18 quesiti valuteranno le capacità di comprensione del testo del candidato; – 7 quesiti saranno basati sulle conoscenze informatiche del candidato; – 7 quesiti saranno basati sulla conoscenza di una lingua straniera, scelta al momento dell’iscrizione tra inglese, francese, tedesco e spagnolo. Arrivano intanto le prime indiscrezioni sulle date presunte della prova di preselezione. a quanto sembra le date più accreditare sembrano essere tra il 17 e il 18 dicembre. La prova si svolgerà, come era già stato reso nota, da una postazione informativa messa a disposizione per ogni candidato, in modalità computer based; alla fine della prova il candidato sarà immediatamente a conoscenza del punteggio ottenuto, e quindi dell’ammissione o meno alla prova scritta. Per l’ammissione, si ricorda, è necessario un punteggio minimo di 35/50, i valori assegnati ad ogni risposta saranno di +1 per ogni risposta giusta, 0 per ogni risposta non data, -0’5 per ogni risposta sbagliata. Chi supererà la prova di preselezione potrà accedere alla prova scritte, che sempre secondo indiscrezioni, si terrà a gennaio 2013. Il risultato della prova di preselezione non andrà a sommarsi al voto finale del concorso ma servirà soltanto ad accedere alla prova scritta. C’è stata una grandissima affluenza di candidati al concorso per aspiranti docenti, infatti concorreranno per l’assegnazione delle 11.542 cattedre ben 321.210 candidati. Proprio la massiccia affluenza sta procurando qualche problema a livello organizzativo che non ha fatto escludere la possibilità di un’eventuale anticipazione della prova di preselezione all’inizio di dicembre, si parlava addirittura della prima settimana. Il problema principale resta quello di reperire sedi con abbastanza postazioni informatiche da permettere di ospitare i candidati che proprio oggi sapranno quale sarà la sede in cui dovranno svolgere la suddetta prova.   Anche se il ministro Profumo ha sempre parlato di un concorso volto ad aprire il mondo della scuola ai giovani, sembra che il candidato medio abbia 38 anni circa,  la partecipazione più massiccia proviene dal sud Italia e la regione che ha avuto meno partecipazione è stata il Lazio, mentre le regioni con il maggior numero di domande pervenute sono state Sicilia e Campania.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Cittadinanza attiva