Concorso scuola 2012: banca dati 3500 quiz anti furbetti

Novità da parte del ministero per evitare che i furbetti imparino a memoria le risposte esatte dei quiz e siano avvantaggiati nella prova di preselezione.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Novità da parte del ministero per evitare che i furbetti imparino a memoria le risposte esatte dei quiz e siano avvantaggiati nella prova di preselezione.

Lo scorso 23 novembre il Ministero della Pubblica Istruzione ha reso note le date per la prova di preselezione per il concorso degli insegnanti: confermate le voci che davano quasi per certe le date del 17 e 18 dicembre. non ancora note le sedi, che saranno pubblicate domani, 27 dicembre sul sito www.istruzione.it e sui vari siti degli uffici scolastici regionali. Domani inoltre sarà resa nota anche la banca dati dei 3500 quiz da cui si attingerà per l’estrazione dei quiz dei test della preselezione. Questa volta però il ministero vuole fare in modo di non favorire i soliti furbetti i coloro che mandano a memoria le risposte corrette e quindi con i quiz non verranno fornite le risposte corrette, quindi niente preparazione mnemonica. Si tenderà quindi, per quanto possibile, perchè si sa che la scappatoia si trova sempre, a favorire chi le cose le sa o le ha studiate. I 3500 quiz non saranno presenti in un unico PDF ma in 70 blocchi da 50 quiz ognuno, quindi 70 vere e proprie simulazioni di prove che i candidati potranno svolgere accedendo alla propria pagina personale tramite codice fiscale. Nella pagina personale il candidato potrà visionare quali simulazioni ha già svolto e quali no,potendo comunque ripetere anche quelle già svolte. Alla fine della simulazione il candidato potrà visualizzare il proprio voto, ma delle risposte errate non verranno fornite quelle esatte. In questo modo l’aspirante insegnate dovrà studiare e cercare da solo quale è la giusta risposta, documentandosi e memorizzando; dovrà quindi studiare le domande e non solo memorizzare le risposte. Una fonte ministeriale a tal proposito fa sapere “è un modo- spiega una fonte ministeriale alla dire- per evitare una preparazione troppo mnemonica. I candidati avranno davanti lo stesso software che useranno il giorno della preselezione e potranno prenderci la mano”. Quindi grande attesa per domani, quando i 3500 quiz saranno disponibili on line per le  simulazioni vere e proprie, e per conoscere le sedi dove si svolgeranno le prove di preselezione.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Cittadinanza attiva