Comprare casa: ecco quanti stipendi (e anni) servono per acquistarla

Sono aumentati gli italiani che hanno deciso di aumentare il capitale da destinare all’acquisto di una casa.

di , pubblicato il
Sono aumentati gli italiani che hanno deciso di aumentare il capitale da destinare all’acquisto di una casa.

Quanto costa comprare casa in Italia e soprattutto quanti anni servono? Di mercato immobiliare e prezzi abbiamo parlato molte volte sottolineando, in particolare, come la discesa dei prezzi potrebbe continuare ancora per molto pur con qualche eccezione come Milano. Il capoluogo lombardo, infatti, rimane una delle città più care.

Uno report dell’ufficio studi del gruppo immobiliare Tecnocasa mostra come è cambiato il mercato immobiliare negli ultimi anni e quanti anni servono. 

Leggi anche: Prezzi case in Italia: ecco come aumenteranno nel 2019 e i costi record a Milano

Quanti stipendi per acquistare casa?

Per acquistare una casa nella città lombarda di 85 metri quadri servono 10 anni di stipendio mentre altrove la media si abbassa a 6,6 anni. Poco meno cara di Milano è Roma dove per acquistare una casa servono 9,5 anni anni di stipendi mentre Firenze segue con 9 anni. Tra le città meno care c’è Palermo, dove bastano 3,7 anni di stipendi per acquistare un immobile. Il confronto con 10 anni fa, all’epoca del boom immobiliare, è chiaro. All’epoca servivano 9 anni, 3 in più rispetto ad oggi. Tutto ciò ovviamente dipende dai prezzi in calo che avrebbero consentito agli italiani di risparmiare 28 mensilità. 

L’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha spiegato che “L’analisi è stata condotta tenendo conto dei dati relativi al prezzo al metro quadro di un immobile medio usato, riferiti al primo semestre 2019, e sulle retribuzioni contrattuali annue a tempo pieno (al netto dei dirigenti), al lordo delle trattenute fiscali e previdenziali, ricavate dalla banca dati Istat”. Sempre in base allo studio di Tecnocasa, alcune città come Bologna e Verona avrebbero visto abbassarsi ancora di più questa forbice. Ad esempio, a Bologna nel 2009 servivano 8,9 anni oggi 7,6 anni. 

Aumenta capitale da destinare agli immobili

Negli ultimi anni, poi, sono aumentati anche gli italiani che hanno deciso di aumentare il capitale da destinare all’acquisto di una casa: in particolare per quanto riguarda la fascia di prezzo low cost fino a 119mila euro per un 26,9% seguita dalla fascia tra 120mila e 169mila euro per il 23% e quella da 170mila a 249mila euro.

Anche in questo caso le differenze dipendono dalle città. Ad esempio a Roma e Milano si richiedono maggiormente immobili che valgono tra 250 e 349 mila euro mentre in città come Firenze e Bari vanno per la maggiore quegli immobili compresi tra  170 e 249 mila euro. In altre grandi città come Torino, Genova, Verona, Napoli e Palermo la disponibilità di spesa riguardano immobili che costano meno di 120mila euro.

Leggi anche: Prezzi case in Italia e la crisi del mattone: il report di Standard and Poor’s fa chiarezza

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,
>