Compagnie aeree: Ryanair prima, Alitalia aumenta voli da settembre, ecco quali

Tra le compagnie aeree con più passeggeri ci sono Ryanair, Alitalia ed Easyjet secondo gli ultimi dati Enac.

di , pubblicato il
Tra le compagnie aeree con più passeggeri ci sono Ryanair, Alitalia ed Easyjet secondo gli ultimi dati Enac.

Ryanair si conferma in pole tra le compagnie aeree in Italia mentre tra gli aeroporti più frequentati spicca Fiumicino. Sono i dati messi in evidenza dalla relazione annuale dell’Enac, che ovviamente ha tenuto conto anche della situazione legata al coronavirus

Le compagnie aeree con più passeggeri

Tra le compagnie aeree con più passeggeri ci sono anche Alitalia ed Easyjet che staccano Ryanair, rispettivamente con 21.770.174 passeggeri e 19,16 milioni di passeggeri. Questo per le tratte internazionali mentre per quelle nazionali è Alitalia a primeggiare seguita dalle altre due. Al terzo e quarto posto si trovano invece Volotea ed Air Italy per quanto riguarda il numero dei passeggeri trasportati per traffico nazionale e Vueling in merito al numero dei passeggeri trasportati per traffico internazionale.

Per quanto riguarda gli aeroporti, invece, è Roma Fiumicino in prima posizione con 43.354.887 di passeggeri che ogni anno transitano, al secondo posto figura Milano Malpensa con 28.705.638 e Bergamo Orio al Serio con 13.792.266 passeggeri. Nel report si fa ovviamente anche riferimento alla situazione venutasi a creare con il coronavirus. Secondo Nicola Zaccheo, presidente dell’Enac: “Nel momento più tragico abbiamo registrato una diminuzione di oltre il 98% dei voli. Di fatto operavano solo i voli cargo, non solo garantendo il fondamentale trasporto merci, soprattutto beni di prima necessità, ma anche impegnati nelle varie operazioni umanitarie e di trasporto di materiale sanitario“. Il presidente ha anche ricordato che, su indicazioni della Ministra dei trasporti Paola De Micheli, si sta operando per una revisione del Piano nazionale aeroporti  per tornare ai numeri pre-covid. 

Secondo le previsioni Iata, però, il recupero del traffico aereo non avverrà in tempi brevi. Il coronavirus ha letteralmente sconvolto i piani e a livello globale si potrà parlare di vera ripresa solo nel 2024.

Dovrebbe invece avvenire prima il recupero per i voli a corto raggio ma anche in questo caso per tornare a rivedere i numeri pre-covid bisognerà attendere almeno il 2022. Secondo Alexandre de Juniac, direttore generale e ceo di Iata, la fiducia dei consumatori è a livelli minimi e il recupero, considerando i vari focolai, non è sicuramente imminente. C’è da dire che nelle ultime settimane molte compagnie sono state protagoniste della vicenda voucher e rimborsi che forse non ha aiutato una ripresa. 

Alitalia aumenta voli da settembre

Nel frattempo Alitalia ha comunicato che da settembre saranno riprogrammati i collegamenti internazionali di medio e di lungo raggio. Da settembre, in particolare, riprenderanno i voli Roma-Buenos Aires e i collegamenti per Israele, Algeria e Giappone. Da Milano riprenderanno i collegamenti per Francoforte e New York mentre da ottobre i voli  Milano Linate -Düsseldorf e Parigi Orly. Dal 1 settembre, la compagnia aumenterà i voli Fiumicino per Ginevra, Bruxelles, Nizza, Tunisi, fino a 20 voli settimanali, per Zurigo, fino a 14 voli, e il Cairo, fino a 10 voli. Saranno anche incrementate le rotte Fiumicino-Linate e Fiumicino -Genova, Bari e Reggio Calabria. Dal 1 ottobre, invece, saranno incrementate le rotte per  per Napoli e Firenze da Roma e i voli per Tel Aviv, Ginevra, Amsterdam e Tirana.

 

Leggi anche: Voli aerei agosto: rischio cancellazione per 1 su 3, caos possibile per chi viaggia

[email protected]

Argomenti: ,