Come si elegge il Presidente del Senato

La legislazione italiana spiega come eleggere il presidente del Senato con una modalità diversa rispetto all'elezione di quello della Camera dei Deputati

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
La legislazione italiana spiega come eleggere il presidente del Senato con una modalità diversa rispetto all'elezione di quello della Camera dei Deputati

Alle 11 di questa mattina, 15 marzo, si riunirà il Senato della Repubblica nella sua prima seduta di questo nuovo governo per l’elezione del suo Presidente. A presiedere i lavori Emilio Colombo, il senatore più anziano dopo Giulio Andreotti (che probabilmente non presiederà la seduta) presente nella Camera. Eleggere il presidente del Senato sarà un compito tutt’altro che semplice vista la divisione che esiste tra i partiti e il pochissimo scarto di maggioranza posseduto dal Pd, che non gli permette la governabilità soprattutto al Senato. Come si elegge il presidente del Senato della Repubblica secondo la legislazione italiana? Come per la Camera dei  Deputati il voto è segreto e avviene tramite apposite schede. Per eleggere il presidente del Senato, a differenza di quello della Camera, per le prime due votazione è richiesta la maggioranza assoluta dei componenti del Senato. Se dopo i primi due scrutini nessuno avrà ottenuto la maggioranza assoluta si sospenderà la votazione che sarà ripresa il giorno seguente con una terza votazione. Se neanche dalla terza votazione dovesse essere eletto il Presidente si procederà ad un ballottaggio tra i due candidati che alla terza votazione hanno ottenuto il maggior numero di preferenze; a questo punto nella quarta votazione sarà eletto quello dei due che otterrà la maggioranza relativa.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica