Come sarà il super tunnel sotterraneo di Elon Musk che costerà meno di un miliardo

Il nuovo stravagante progetto di Elon Musk: un super tunnel sotto Chicago che costerà meno di 1 miliardo.

di Chiara Lanari, pubblicato il
elon musk tunnel

Elon Musk vuole costruire un mega super tunnel sotto Chicago. Il sindaco della città, Rahm Emanuel, ha stretto un accordo con The Boring Company per la costruzione di un tunnel che colleghi il centro con l’O’Hare International Airport tramite mini bus. Mentre il visionario di Tesla è impegnato a scoprire chi è il sabotatore dell’azienda e dopo che i suoi lanciafiamme sono stati messi in vendita con l’eterno dubbio “ma a cosa servono alla fine?”, la compagnia The Boring ha fatto scacco matto grazie alla nuova opportunità di Chicago di costruire un grosso tunnel sotterraneo, non senza qualche dubbio. Elon Musk avrebbe infatti  affermato che il costo per la costruzione, oltre a non andare a incidere sulle spese della città, si aggirerebbe su una cifra inferiore a un miliardo ma ci sono molte perplessità sulla questa ennesima promessa.

Il tunnel di Musk che rivoluzionerà Chicago

Dopo Tesla e Space X, la compagnia che punta a creare lanci spaziali privati, l’imprenditore di origini sudafricane sta puntando molto anche su The Boring Company, l’azienda che vorrebbe creare nuovi sistemi di trasporto di massa, ricordate Hyperloop il treno superveloce? Ora ci prova con il tunnel di Chicago, che rispetto al progetto di Los Angeles di creare montacarichi da immettere lungo le strade per raggiungere i tunnel sotterranei in cui, senza scendere dall’auto, si verrà trasportati dall’altra parte della città grazie a dei carrelli elettrici, l’idea appare molto più semplice. A Chicago si viaggerà in minibus che saranno basati sul telaio delle Model X prodotte da Tesla, i quali nelle intenzioni dovrebbero viaggiare alla velocità di 240 chilometri orari, trasportando le persone in circa 10 minuti fino all’aeroporto, contro gli attuali 40 minuti dei sistemi tradizionali.

Il dubbio sui costi

Si prevede una partenza ogni 30 secondi per trasportare 2mila persone all’ora per ogni senso di marcia. Si parla anche di prezzi, circa 25 dollari a viaggio, sicuramente meno rispetto ad una corsa in taxi, ricavato che andrà totalmente alla compagnia che in cambio si occuperà della manutenzione per non pesare sui conti della città. Musk avrebbe anche pensato a dei sistemi alternativi per guadagnare ossia sistemare dei banner pubblicitari dentro i vagoni o vendere prodotti, un pò come fanno le compagnie aeree low cost. L’unico dubbio rimane quello inerente i costi e i tempi, visto che Musk ha pensato di costruire il tunnel in un paio d’anni ma d’altronde il visionario non sembra scoraggiarsi più di tanto: “Prima di tutto, vorrei premettere che stiamo facendo una cosa molto difficile. È roba dura. È roba nuova. E spero vogliate incoraggiarci. Se riusciremo a farla, sarà una grande cosa per la città. Se falliremo, beh, immagino che io e altri perderemo un bel po’ di soldi”.

Leggi anche: Elon Musk: le 6 regole d’oro sulla produttività del capo di Tesla

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Economia USA

I commenti sono chiusi.