Colori Regioni dopo Pasqua e nuova mappa Ecdc sulle zone ad alto rischio covid

Atteso il nuovo report settimanale dell'ISS, con i dati regionali dei contagi per il dopo Pasqua.

di , pubblicato il
Mappa contagio

E’ atteso per oggi, venerdì 2 aprile, il nuovo monitoraggio dell’Iss con i dati aggiornati inerenti i contagi su base regionale. Si deciderà quali regioni potranno passare alla zona arancione a partire dal 6 o 7 aprile, finite le restrizioni di Pasqua. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, potrebbe emanare una nuova ordinanza con i cambi colore.

Solo il Veneto torna in zona arancione, la Sicilia rischia la zona rossa

Dal 7 di aprile sarà in vigore il nuovo decreto covid che abolisce per tutto il mese le zone gialle, con una revisione della situazione a metà aprile, e riapre le scuole italiane. Vediamo che cosa potrebbe cambiare con il sistema a colori dalla prossima settimana, ricordando che il cambio sarà valido solo da martedì e non da lunedì.
Da quanto si apprende ci saranno pochi cambiamenti rispetto ad ora, la maggior parte delle regioni mostrano ancora dati alti anche se la soglia di allarme è scesa a 0,98 contro 1,08 della scorsa settimana. In media si parla di 232 casi su 100mila abitanti, un dato che lascia ben sperare ma, allo stesso tempo, non permette di uscire dal lockdown.

Attualmente sono il Veneto può sperare di uscire dalla zona rossa e tornare in quella arancione. Questo significa, che Valle D’Aosta, Piemonte, Lombardia, Campania, Trento, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Marche, Toscana, Puglia e Calabria restano in zona rossa anche dal 6 al 12 aprile forse torneranno arancioni solo dal 13 del mese. Di queste regioni, Campania, Calabria e Provincia di Trento, mostrano dati in miglioramento ma non da permettere un cambio.
Speranza, in sostanza, dovrà confermare il colore rosso per la maggior parte delle regioni tranne la Campania.

Categorico anche il governatore della Lombardia, Fontana:

“Penso che saremo zona rossa per tutta la settimana di Pasqua. Mi auguro che finito il periodo delle vacanze pasquali si possa ricominciare a respirare”.

In merito alle regioni che si trovano in zona arancione, quindi Liguria, Bolzano, Lazio, Abruzzo, Umbria, Molise, Basilicata, Sardegna e Sicilia nessuna dovrebbe passare in zona rossa ma a rischiare è la Sicilia, dopo il caso della manipolazione dei dati.
Riassumendo, e in attesa del report, non cambierà nulla e forse solo la Campania passerà da rossa ad arancione e la Sicilia da arancione a rossa.

Nuove regioni nella zona rosso scuro europea

Nel frattempo sono state anche aggiornate le mappe europee del rischio covid dell’Ecdc, il Centro europeo per il controllo delle malattie. Rispetto al precedente report ora altre regioni italiane sono finite nella zona rosso scuro. Sono la Lombardia, la Valle D’Aosta, le Marche, l’Emilia Romagna, la Puglia, il Friuli Venezia Giulia. Le altre regioni sono inserite nella zona rossa e si accompagnano a Ungheria, Repubblica Ceca, Bulgaria, gran parte della Svezia e della Francia, nonché Austria, Croazia e Polonia che si colorano di rosso scuro.

Vedi anche: Nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi fino a maggio ma c’è una speranza a metà aprile

[email protected]

Argomenti: ,