Classifica miliardari, 2.043 super-paperoni: ecco chi sono in Italia e nel mondo

La classifica Forbes sugli uomini più ricchi della Terra conferma il primato americano e trova un balzo di 233 nuovi paperoni, il maggiore dall'inizio delle rilevazioni. Il presidente Donald Trump esce dalla top 500.

di , pubblicato il
La classifica Forbes sugli uomini più ricchi della Terra conferma il primato americano e trova un balzo di 233 nuovi paperoni, il maggiore dall'inizio delle rilevazioni. Il presidente Donald Trump esce dalla top 500.

Si amplia il club dei miliardari nel mondo, come conferma la classifica Forbes per il 31-esimo anno. I super-paperoni, quelli in possesso di una ricchezza stimata in almeno un miliardo di dollari, nel 2016 sono stati 2.043, in crescita di 233, ovvero del 13% rispetto all’anno prima, registrando il balzo più significativo dall’inizio delle rilevazioni. Al primo posto per il quarto anno di seguito troviamo Bill Gates con 86 miliardi, quando nel 2015 ne possedeva 75. Il magnate di Microsoft viene seguito da Warren Buffett con 75,6 miliardi, anch’egli in forte crescita dai 60,6 miliardi dell’anno precedente. Completa il podio un altro americano, il fondatore e ceo di Amazon, Jeff Bezos, la cui ricchezza lo scorso anno ammontava a 72,8 miliardi, balzata dai 45,2 del 2015.

Al quarto posto troviamo, invece, uno spagnolo. Parliamo di Amancio Ortega, a capo del colosso dell’abbigliamento Zara, con 71,3 miliardi. E Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, è il quinto uomo più ricco del pianeta con 56 miliardi di dollari.

Cade Trump, ma ha fatto bene a tanti altri miliardari

La ricchezza media del club dei super-paperoni è stata di 3,75 miliardi. In totale, infatti, gli oltre 2.000 miliardari possedevano nel 2016 qualcosa come 7.640 miliardi, in forte crescita dai 6.480 dell’anno precedente. E per fare parte della lista dei primi 500, quella che Forbes pubblica ogni anno, bisognava essere in possesso di ben 3,7 miliardi. Ne sa qualcosa il presidente USA, Donald Trump, che perdendo un miliardo rispetto al 2015 e possedendo “solo” 3,5 miliardi di dollari, è sceso di ben 208 posizioni alla 544-esima, uscendo fuori dalla top 500. E dire che alla base del boom di ricchezza tra i super-paperoni americani e non solo vi è stato il cosiddetto “Trump rally”, ovvero la crescita azionaria seguita alla vittoria del candidato repubblicano alle elezioni dell’8 novembre scorso.

Alla base del crollo di Trump, giusto nell’anno della sua elezione a presidente, vi è la concentrazione del suo business nel settore immobiliare della Midtown Manhattan, per il quale gli ultimi mesi non sono stati proprio brillanti. Ad ogni modo, l’inquilino della Casa Bianca può sempre rivendicare di essere oggi a capo di un’economia, che vanta ben 565 miliardari, oltre un quarto del totale nel mondo, seguita a lunga distanza dalla Cina con 319 e dalla Germania con 114.

Chi sono i super-ricchi italiani

E l’Italia? Maria Franca Fissolo, moglie dello scomparso Michele Ferrero, si conferma la più ricca d’Italia con 25,2 miliardi di patrimonio e si attesta alla 29-esima posizione della classifica Forbes. Per trovare un altro italiano dobbiamo scorrere fino alla posizione n.50 con Leonardo Del Vecchio e i suoi 17,9 miliardi di patrimonio. E nella top 100 compare un altro italiano, Stefano Pessina, all’80-esima posizione con 13,9 miliardi. Da qui alla 200-esima posizione di italiani ve ne sono solamente altri due, ovvero Massimiliana Landini Aleotti, a capo del colosso farmaceutico Menarini, con 9,5 miliardi, mentre l’ex premier Silvio Berlusconi è 199-esimo con 7 miliardi, ricco esattamente il doppio di Trump.

Completando la top ten italiana, seguono Giorgio Armani (6,6 miliardi), Augusto e Giorgio Perfetti (5,8 miliardi), Paolo e Gianfelice Mario Rocca (4,4 miliardi), Giuseppe De’ Longhi (3,8 miliardi) e Patrizio Bertelli (3,2 miliardi).

 

 

 

 

 

Argomenti: , , ,