Cipro a rischio default. La quinta vittima della crisi del debito

Cipro sconta la fuga dei capitali russi e lo stretto legame con l'economia greca. Ma il problema è noto da almeno un anno

di Enzo Lecci, pubblicato il
Cipro sconta la fuga dei capitali russi e lo stretto legame con l'economia greca. Ma il problema è noto da almeno un anno

Dove si trova Cipro? L’isola  è conosciuta dalla maggior parte dell’opinione pubblica solo per i suoi paesaggi o al massimo per l’eterno conflitto tra la Grecia e la Turchia. Eppure in queste ore il nome di Cipro sta rimbalzando alla cronaca per ben altri motivi. Molti giornali infatti parlano apertamente di rischio default per Cipro. Dopo infatti l’Irlanda, il Portogallo, la Grecia e (ieri) la Spagna, Cipro si candida a diventare il quinto paese dell’Eurozona con un disperato bisogno di aiuti da parte dell’Europa. Il motivo della crisi di Cipro è analogo a quello spagnolo: la banche dell’isola greca hanno bisogno di liquidità. L’allarme è stato lanciato dallo stesso ministro delle finanze dell’isola mediterranea, Vassos Shiarly, che, senza usare mezzi termini, ha affermato che il paese ha problemi urgenti e la “ricapitalizzazione delle banche dovrà essere finalizzata prima del 30 giugno“. I toni lascerebbero trasparire una situazione di emergenza creatasi dall’oggi al domani. Un approccio questo che viene utilizzato dai sostenitori della teoria dell’effetto domino per sostenere la loro tesi. In realtà le difficoltà delle banche di Cipro non sono emerse dall’oggi al domani. Sono mesi che gli istituti di credito dell’isola sono in difficoltà e che la stessa economia di Cipro non riusce a riprendere. La causa di questa situazione è da ricercare in due distinti fattori: da un lato c’è la fuga di capitali russi dall’isola e dall’altro il letale legame con l’economia greca. A subirne le conseguenze è il secondo istituto di credito del Paese, Cyprus Popular Bank, particolarmente esposto nei confronti della Grecia. Se si considera inoltre che da oltre un anno Cipro non riesce a finanziarsi sul mercato, si comprendono i motivi per i quali l’isola mediterranea è giunta a questo punto di non ritorno.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economie Europa