Chiusura Regioni per coronavirus: quali rischiano di più il lockdown

Quali sono le 5 Regioni che rischiano presto il lockdown.

di , pubblicato il
Regioni che rischiano lockdown coronavirus

La pandemia corre veloce e l’Italia teme un’accelerazione del contagio che potrebbe portare diretti allo scenario 4. Ossia valutare il lockdown totale. Alcune Regioni, in particolare, sono più a rischio di altre. 

Le 5 Regioni che rischiano il lockdown

L’allarme è molto alto per 5 regioni ossia Lombardia, Campania, Liguria, Lazio e Valle d’Aosta ma anche Milano e la provincia di Bolzano sono sorvegliate speciali. In questo momento, bisogna solo attendere ma il rischio di un lockdown c’è e le prossime tre settimane saranno fondamentali. 

Secondo lo studio consegnato al Governo alcuni scenari non sono affatto da sottovalutare, come scrive Corriere che riporta i risultati dello studio: «In questo scenario si hanno valori di Rt regionali prevalentemente e significativamente maggiori di 1.5 ovvero con stime dell’intervallo di confidenza al 95% di Rt maggiore di 1.5. Uno scenario di questo tipo potrebbe portare rapidamente a una numerosità di casi elevata e chiari segnali di sovraccarico dei servizi assistenziali, senza la possibilità di tracciare l’origine dei nuovi casi. Un sovraccarico dei servizi assistenziali entro 1-1.5 mesi, a meno che l’epidemia non si diffonda prevalentemente tra i più giovani, come osservato nel luglio/agosto 2020, e si riuscisse a proteggere le categorie più fragili come gli anziani».

Regioni ad alto rischio

Secondo l’ISS, molte regioni sono classificate ad alto rischio e considerando la velocità con cui corre il virus è sempre meno probabile che ci siano situazioni con rischio basso. In sostanza, se la situazione di alto rischio dovesse continuare anche nelle prossime tre settimane le misure di contenimento potrebbero diventare più pesanti. A rischiare di più, secondo il Cts sono la Campania ma anche la Lombardia, con Milano nel mirino.

Situazione critica anche in Lazio, Liguria e nella provincia di Bolzano.

Nel frattempo in Francia è scattato il lockdown, mentre la Germania attende i primi di novembre per un sempre più probabile lockdown soft.

Vedi anche: Coronavirus e lockdown locali: strategie e scenari se il contagio non cala
[email protected]

 

Argomenti: ,