Chiellini e altri Vip italiani stanno investendo in questa startup, ma cosa ha di speciale?

La società ha ricevuto una valutazione di circa 50 milioni di dollari. Tra gli investitori, Chiellini e altri ancora.

di , pubblicato il
chiellini

Un aumento di capitale da 5 milioni di euro e tanti investitori d’eccellenza, primo fra tutti: il capitano della nazionale italiana di calcio e delle juventus, Giorgio Chiellini.

Stiamo parlando dell’italianissima “Vedrai”, fondata dal 26enne Michele Grazioli, che si occupa dello sviluppo di soluzioni basate su intelligenza artificiale a supporto del processo decisionale delle Pmi. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Vedrai, la start up dei Vip

Vedrai SpA è un’azienda che sviluppa piattaforme basate su Intelligenza Artificiale per supportare imprenditori e manager all’interno del processo decisionale.

La startup italiana ha iniziato il suo cammino nel settembre 2020, con 3 soli collaboratori. Attualmente, conta più di 40 dipendenti, con un’età media di 27 anni, che operano in tre sedi (Milano, Brescia e Pisa).

Nonostante la giovane età, la società è stata premiata come una delle Top 10 aziende di AI in Europa da CIO Applications.

L’obbiettivo di Vedrai, si legge nel loro sito, è quello di ridare agli imprenditori la serenità e il tempo da dedicare alle loro famiglie. Per farlo offriamo loro uno strumento capace di orientarli con efficace rapidità verso le scelte migliori, che riducano l’incertezza e massimizzino la redditività.

Giorgio Chiellini e gli investitori della società

La società ha ricevuto una valutazione di circa 50 milioni di dollari. Tra gli investitori, troviamo molti personaggi noti italiani. Giorgio Chiellini, il capitano della nazionale italiana di calcio, neo vincitrice degli europei, è soltanto uno di una lunga lista.

A puntare sulla società, ci sono anche: Pietro Giuliani, presidente di Azimut; il tenore Andrea Bocelli; Piero Angela; Sandro Veronesi, fondatore e amministratore delegato del Gruppo Calzedonia e molti altri ancora.

 

Articoli correlati

Argomenti: