Chi guadagna di più tra negozianti e dipendenti? Risponde l’Inps

I guadagni dei lavoratori nel 2019, le varie differenze secondo Inps.

di , pubblicato il
Coronavirus, le conseguenze sullo stipendio: quali sono i settori più colpiti

L’Osservatorio dell’Inps ha di recente pubblicato il quadro complessivo dei redditi dei lavoratori italiani, con i commercianti che hanno dichiarato redditi per 40,194 miliardi di euro a fronte di due milioni di lavoratori, mentre quelli dipendenti hanno dichiarato 350,846 miliardi, per un totale di 15,4 milioni di lavoratori. Soltanto da questi numeri si evince dunque che i lavoratori dipendenti guadagnino di più rispetto ai commercianti. Di seguito i dati che fanno capo ai guadagni dei lavoratori nel 2019 da cui si notano delle sostanziali differenze.

Reddito medio di commercianti, dipendenti privati e pubblici in Italia

Secondo i numeri pubblicati dall’Inps, il reddito medio dei commercianti in Italia nel 2019 si è attestato a 20.414 euro, mentre gli artigiani hanno dichiarato redditi medi da lavoro pari a 20.492 euro. Il reddito medio dei dipendenti privati invece è di 22.781 euro, ma più di tutti guadagnano i dipendenti pubblici, che nel 2019 hanno dichiarato redditi medi per 33.527 euro, quindi oltre diecimila euro in più rispetto al reddito medio percepito dai negozianti.

Piccole imprese in difficoltà

A proposito dell’approfondimento sui redditi dei lavoratori italiani, è interessante notare come tra il 2014 e il 2019 la crisi abbia visto un crollo verticale del numero di artigiani (-10,2 per cento, pari a 174 mila unità), oltre ai commercianti (-4,8 per cento, per un totale di centomila persone) e gli agricoli autonomi, dove la flessione registrata nell’arco di cinque anni è stata pari al 3,4 per cento, per un totale di 15 mila lavoratori in meno.

Lavoratori dipendenti in crescita

Al contrario, il numero dei lavoratori dipendenti è in netta crescita. Il tasso dei lavoratori privati è salito fino al 13 per cento, con un aumento di 1,8 milioni di lavoratori e un tasso di occupazione tornato ai livelli del 2008. Sono in risalita anche i dipendenti pubblici, cresciuti di centomila unità tra il 2014 e il 2019.

Vedi anche: Coronavirus, i settori delle PMI dove si perderanno più posti di lavoro in Italia

[email protected]

Argomenti: ,