Cresce l’inflazione, carrello della spesa più caro in Italia a giugno

Crescono i prezzi di frutta fresca e di beni energetici non regolamentati. Si conferma il trend crescente dell'inflazione

di , pubblicato il
Crescono i prezzi di frutta fresca e di beni energetici non regolamentati. Si conferma il trend crescente dell'inflazione

Torna a crescere l’inflazione in Italia. Nel mese di giugno l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (Nic), al lordo dei tabacchi, è cresciuto dello 0,3% su base mensile, dato che si confronta con la variazione nulla di maggio. Rispetto a giugno 2012 i prezzi sono aumentati dell’1,2% consolidando la tendenza di maggio 2013 quando si era registrato il primo rialzo da agosto 2012 nel tasso di variazione annuale. A condizionare la ripresa dell’inflazione i prezzi dei beni energetici non regolamentati cresciuti dello 0,6% rispetto a maggio. Sempre a livello congiunturale pesa la crescita dei prezzi degli alimentati non lavorati (+1,4% con in particolare la frutta fresca che costa il 6,9% in più) e dei servizi relativi ai trasporti (+0,7%). L’inflazione acquisita per il 2013 è pari all’1,1% mentre quella di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, frena all’1,2% dall’1,3% di maggio. I prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori crescono dello 0,4% su mese e dell’1,7% su anno (primo rialzo da settembre 2012; 1,5% a maggio). L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (Ipca) aumenta dello 0,3% su base mensile e dell’1,4% su base annua (+1,3% a maggio).

Argomenti: