Calciomercato Juventus molto ricco. E l’affare Ricardi sarà legato a Pogba e Dybala

In casa Juventus non è solo la scelta dell'allenatore a tenere banco. Il calciomercato estivo si presenta molto ricco e il destino di Icardi all'Inter ne risentirà direttamente.

di , pubblicato il
In casa Juventus non è solo la scelta dell'allenatore a tenere banco. Il calciomercato estivo si presenta molto ricco e il destino di Icardi all'Inter ne risentirà direttamente.

Pep Guardiola o Maurizio Sarri? Chi sarà il prossimo allenatore della Juventus? Più giorni passano e più le chances dell’uno e dell’altro tecnico salgono e scendono senza un’apparente direzione stabile. L’italiano aspetta che il Chelsea lo liberi per trasferirsi a Torino, mentre il catalano avrebbe chiesto al Manchester City di rescindere il contratto, senza nemmeno attendere la decisione del TAS di Losanna sull’esclusione della squadra inglese dalla Champions League per avere infranto il “fair play finanziario”.

Pep Guardiola alla Juventus, tutto si decide a Manchester tra Champions e Pogba

Ma non è solo la panchina a destare incertezze in casa Juve. Sono tanti i giocatori in bilico e alcuni sono grossi nomi. Mario Mandzukic parrebbe proprio destinato all’addio, così come Mattia Perin e Juan Cuadrado. Insieme, porterebbero in dote, agli attuali prezzi di mercato, quasi 50 milioni di euro nelle casse bianconere, capaci di generare 34 milioni di plusvalenze.

Tuttavia, ad essere citati tra i nomi in possibile uscita vi sarebbero anche “big” come Paulo Dybala, Douglas Costa e Joao Cancelo. Quest’ultimo sarebbe il caso più clamoroso, essendo stato acquistato solamente un anno fa per oltre 40 milioni dal Valencia. Le sue prestazioni non avrebbero convinto moltissimo la società, che se ne disfarebbe per 55 milioni, generando da solo circa 23 milioni di plusvalenze. Costa di milioni ne varrebbe 38 sul mercato, anche se 30 sono ancora quelli da ammortizzare con il suo contratto in corso. Infine, l’argentino: quotato sugli 85 milioni, è evidente che non abbia un futuro in maglia bianconera con Cristiano Ronaldo che gli ha soffiato gioco, ruolo e scena.

L’affare Icardi legato ad altre operazioni?

Per omogeneità di valore di mercato, Dybala si presterebbe bene per uno scambio con Mauro Icardi, in fuga dall’Inter dopo una stagione da dimenticare per lui e la moglie Wanda Nara. Non ha più la fascia da capitano a Milano, gran parte dello spogliatoio lo detesta e Beppe Marotta non lo vuole tra i piedi, anzi nemmeno Antonio Conte, il nuovo allenatore.

Valutato sugli 80 milioni, è già un miracolo che la società nerazzurra riuscisse a cederlo con perdite non eclatanti rispetto ai 100 di cartellino. Ma lo scambio Icardi-Dybala è legato al destino di un altro grande campione: il francese Paul Pogba.

Lo scontro tra Icardi e Inter colpisce i conti nerazzurri, così Marotta svende l’argentino

Il Manchester United resisterebbe alle richieste della Juve di farlo tornare a casa, ma cederebbe nel caso di una contropartita tecnica molto allettante, che sarebbe proprio Dybala, per il quale gli inglesi avrebbero offerto ad Andrea Agnelli ben 100 milioni a maggio, cioè circa 85 milioni di sterline. Dunque, se davvero la Juve volesse riprendersi Pogba per i non meno dei 90 milioni richiesti, dovrebbe sacrificare Dybala, spedito in Premier League e non presso una delle dirette avversarie di campionato. Questo spegnerebbe il “sogno” di Maurito di trasferirsi a Torino, a meno che l’Inter (o la stessa Manchester United) non accetti un paio di contropartite alternative, come Costa e Cancelo.

Ma proprio su Cancelo avrebbe messo gli occhi il Manchester City e la Juve potrebbe non voler indispettire gli inglesi, nel caso in cui gli strappasse Guardiola, specie se la rescissione del contratto non avvenisse automaticamente con l’esclusione dalle coppe. Un gioco a incastri, insomma, che si comporrà solo nelle prossime settimane, partendo probabilmente dall’effetto domino della scelta sull’allenatore. Quanto alle somme che la Juventus risparmierebbe dal monte-ingaggi nel caso in cui tutte le suddette cessioni venissero confermate, parliamo di qualcosa come circa 46 milioni lordi, oltre a 27 di minori ammortamenti. Ma con il mancato riscatto di Gonzalo Higuain da parte del Chelsea, la Juve avrebbe a disposizione altri 40-45 milioni da incassare con la cessione dell’argentino, portando in area 270 milioni gli incassi massimi potenziali, che farebbero pur sempre sui 100 milioni, al netto degli eventuali acquisti di Pogba e Icardi. Liquidità, che servirebbe senz’altro a rafforzare la rosa a centrocampo e difesa.

[email protected]

 

 

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: