Caffè Vergnano cede il 30% a Coca-Cola in cambio del mercato internazionale, cosa prevede l’accordo?

Caffè Vergnano è considerata la più antica azienda produttrice di caffè a livello nazionale tra le grandi torrefazioni.

di , pubblicato il
Caffè Vergnano

Caffè Vergnano cede il 30% a Coca-Cola. L’acquisizione prevede anche un accordo in base al quale l’azienda italiana potrà puntare sulla distribuzione esclusiva dei suoi prodotti all’estero. Ecco i dettagli della nuova partnership.

Coca-Cola e Caffè Vergnano, ecco cosa prevede l’accordo

L’accordo tra Coca-Cola e Caffè Vergnano permetterà di “rafforzare la presenza del marchio fuori dall’Italia – spiega in una nota l’azienda del caffè – posizionandolo nel segmento premium all’interno dell’offerta di Coca-Cola”. A quest’ultima verrà ceduto il 30% dell’azienda italiana.

Caffè Vergnano è un’azienda italiana specializzata nella produzione di caffè fondata nel 1882 con sede a Santena (provincia di Torino).

Ad oggi, Caffè Vergnano è considerata la più antica azienda produttrice di caffè a livello nazionale tra le grandi torrefazioni.

“La firma di questo accordo con Coca-Cola rappresenta un momento importante per l’evoluzione di Caffè Vergnano: è la conferma di come un family business gestito in modo coerente e consapevole possa raggiungere grandi obiettivi senza perdere la propria natura e i propri valori”, commentano Franco e Carlo Vergnano, rispettivamente ceo e presidente di Caffè Vergnano.

Combinando l’esperienza, il know-how di Coca-Cola con la qualità delle nostre miscele e la profonda conoscenza del settore, siamo certi che questa si rivelerà una partnership illuminata per esportare nel mondo i valori e la cultura dell’autentico espresso italiano”, conclude la nota.

 

Guide e articoli correlati

Argomenti: