Bonus pagamenti con carta, ecco il meccanismo di rimborso e la lotteria degli scontrini

Il "cashback" a cui punta il governo fa parte di una più ampia strategia di lotta al contante, che include anche l'iniziativa premiante i clienti che richiedono lo scontrino alla cassa.

di , pubblicato il
Il

Si chiama “cashback” ed è il meccanismo a cui punta il governo Conte per rinvigorire la sua lotta contro i pagamenti in contante. Dovrebbe decollare nei prossimi mesi, magari a seguito dell’approvazione della legge di Stabilità per il 2021. Si tratta di premiare i clienti che pagano con carta di credito o bancomat negli esercizi, ma non quando effettuano acquisti online, cioè per spese il cui pagamento con carta è spesso l’unica opzione disponibile.

Il 10% delle spese effettuate sarà rimborsato dallo stato fino a un massimo di 1.500 euro per ogni semestre, cioè di 3.000 euro all’anno. Dunque, il cliente potrà ottenere un rimborso massimo di 300 euro all’anno o 150 euro a semestre.

Come avviene concretamente il rimborso? L’interessato dovrà scaricare l’app IO della Pubblica Amministrazione e dovrà collegare il proprio codice fiscale con l’IBAN del conto su cui si desidera ricevere i pagamenti. Alla cassa, dovrà esibire all’esercente il codice QR generato in fase di registrazione, chiaramente pagando con carta di credito o bancomat.

Quest’ultimo passo serve a collegare l’incentivo con un altro che dovrà decollare dal prossimo gennaio e che abbiamo definito la lotteria degli scontrini. Si tratta, in questo caso, di premiare coloro che pagano con carta con estrazioni a sorte periodiche effettuate dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli e sul Portale Lotteria.

Obiettivo dichiarato di entrambe le misure: disincentivare l’evasione fiscale, creando un contrasto di interessi tra venditore e acquirente. Si stanno studiando anche incentivi particolarmente pensati per i pagamenti di piccoli acquisti, come quelli al bar per prendere un caffè.

App e sito Unicredit down, ecco perché eliminare il contante sarebbe una follia

[email protected]

Argomenti: