Bollette luce e gas: fine del mercato tutelato rinviato al 2022, rincari in vista?

Fine del mercato tutelato per le bollette rinviato ancora grazie all'emendamento presentato dalla senatrice Elisa Pirro del Movimento 5 Stelle.

di , pubblicato il
Fine del mercato tutelato per le bollette rinviato ancora grazie all'emendamento presentato dalla senatrice Elisa Pirro del Movimento 5 Stelle.

La fine del mercato tutelato per gli utenti che hanno attiva la fornitura di luce e gas sarà di nuovo rinviata: è quanto prevede un emendamento presentato dalla senatrice Elisa Pirro del Movimento 5 Stelle, approvato nelle ultime ore e prossimo ad entrare nel maxi-emendamento alla legge di bilancio per il prossimo anno. L’emendamento dell’onorevole pentastellata sposta il termine ultimo della maggior tutela dal 1° luglio 2020 al 1° gennaio 2022. Un rinvio che negli ultimi giorni era stato dato per scontato da parte degli addetti ai lavori, alla luce dell’intervento dell’Authority per l’energia.

Fine della maggior tutela e ingresso nel mercato libero: l’odissea continua

Il mercato tutelato avrebbe dovuto vedere il semaforo rosso già nel 2018, salvo poi arrivare una legge del Governo ad hoc con cui il passaggio obbligatorio al mercato libero veniva spostato al 1° luglio 2019. Neanche quest’anno però si è scritta la parola fine per la maggior tutela, in virtù del Decreto Milleproroghe che stabiliva un nuovo rinvio di dodici mesi, fissando la data di scadenza del mercato tutelato al 1° luglio 2020. A distanza di pochi mesi dal Milleproroghe estivo, ecco arrivare puntuale l’ennesimo rinvio, stavo di un anno e mezzo (dal 1° luglio 2020 al 1° gennaio 2022).

Che cos’è il mercato libero

Il mercato libero rappresenta ormai da tempo la soluzione più conveniente per chi ha un’utenza luce e gas. Ogni mese i fornitori che hanno aderito al mercato libero (Enel Energia, Eni, Acea, Sorgenia, Eon ecc.) propongono interessanti offerte a vecchi e nuovi clienti, fortemente concorrenziali rispetto alle tariffe predisposte dell’Arera per chi ancora oggi sceglie di rimanere nel mercato tutelato (la cui massima espressione è rappresentata da Enel Servizio Elettrico Nazionale).

In rete sono inoltre presenti numerosi comparatori online che rendono la scelta del nuovo fornitore di luce e/o gas ancora più semplice.

Ora, bisognerà scongiurare eventuali rincari delle bollette come avevamo già anticipato nell’articolo Bollette luce e gas, rinvio mercato libero al 2021: rischio aumenti in vista?

Leggi anche:Elettrodomestici ad alto consumo addio: bollette in calo di 150 euro

Per rettifiche, informazioni o comunicati stampa scrivete a [email protected]

Argomenti: ,