Bollette luce e gas: cosa cambia dal 1° aprile con le tariffe in calo

Maxi sconto nelle bollette di luce e gas da aprile 2019, ecco che cosa cambierà e quanto costeranno in meno.

di , pubblicato il
Maxi sconto nelle bollette di luce e gas da aprile 2019, ecco che cosa cambierà e quanto costeranno in meno.

Dal 1 aprile 2019 caleranno le tariffe di luce e gas per i clienti del mercato tutelato e questo permetterà di usufruire di un notevole risparmio in bolletta. Dopo mesi di polemiche sui rincari a cui gli italiani sono soggetti, finalmente le famiglie possono tornare a respirare con la riduzione del costo delle tariffe che dovrebbe arrivare al 10%.

Bollette luce e gas maxi calo da aprile e quanto costeranno in meno

Anche Il Ministro dello Sviluppo e del Lavoro Luigi Di Maio è intervenuto commentando il calo delle tariffe delle bollette come «un segnale importante per le famiglie italiane che incoraggia verso scelte di politica energetica che fanno bene all’ambiente e non danneggiano il portafoglio».

Considerando una famiglia tipo con consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all’anno e 1.400 metri cubi di gas si dovrebbe registrare un risparmio dell’ 8,5% per la luce e  9,9% per il gas. Secondo quanto spiega l’Arera «le riduzioni sono prevalentemente legate alla contrazione dei prezzi delle materie prime nei mercati all’ingrosso dell’energia, nazionali e internazionali». Si considera anche l’inverno passato non troppo rigido che ha avuto un impatto positivo e determinerà delle bollette più leggere.

Secondo Stefano Besseghini, presidente dell’Autorità, “Una riduzione nella bolletta è sempre un dato accolto con favore, naturalmente, ma occorre monitorarne le cause e le dinamiche con la stessa attenzione che sarebbe stata riservata in caso contrario”.

Sempre l’Arera ha calcolato che una famiglia media tra il 1° luglio 2018 e il 30 giugno 2019 spenderà 565 euro per l’elettricità e 1.157 euro per il gas. Secondo Unione consumatori le famiglie risparmieranno 168 euro all’anno, 50 per la luce, 118 per il gas.

Il tema degli oneri di sistema

In ogni caso si tratta di un calo storico che va analizzato.

Per l’energia, ad esempio, la riduzione è dovuta al calo dei costi per l’approvvigionamento (-12,22%) ridotto da un adeguamento degli oneri generali (3,72%) mentre per il gas al calo del costo della spesa per la materia prima.

Secondo Federconsumatori, che parla di oneri di sistema, si tratta di «una vera e propria tassa occulta attraverso la quale gli utenti continuano a sostenere i costi per gli incentivi alle fonti energetiche rinnovabili, alle agevolazioni dirette alle imprese energivore, per lo smantellamento delle centrali nucleari e per le tariffe speciali a favore delle ferrovie»

Dunque dai mesi prossimi si potrà notare un netto cambiamento nelle bollette e questo dovrebbe farci tirare un sospiro di sollievo.

Ti potrebbe interessare anche: Rincari bollette gas: nuova stangata in arrivo, di quanto aumenta e il confronto con i Paesi UE

Argomenti: ,