Bollette della luce: vantaggi mercato libero per gli italiani, dal 2020 sarà obbligatorio

Si avvicina la data del passaggio obbligatorio al mercato libero, uno studio di Sos Tariffe descrive i vantaggi.

di , pubblicato il
Si avvicina la data del passaggio obbligatorio al mercato libero, uno studio di Sos Tariffe descrive i vantaggi.

Il tema delle bollette della luce è sempre in auge considerando che entro il 1° luglio 2020 sarà obbligatorio passare al mercato libero. Il cambiamento era previsto per quest’anno ma poi un emendamento del M5s al decreto Milleproroghe ha optato per lo slittamento tra 1 anno, quando tutti i consumatori dovranno necessariamente fare il cambio.

Bollette luce e gas, mercato libero: cosa succede a chi non si adegua entro il 2019?

Lo studio

In base ad uno studio di Sos Tariffe sui vantaggi del mercato libero, che tiene in considerazione un consumo annuo di 2700 kWh, di cui il 50% in fascia F1 e il resto nelle fasce orarie restanti, è stato appurato che quest’ultimo permette di risparmiare molto rispetto a quello tutelato. Considerando la bolletta della luce, ad esempio, gli utenti hanno risparmiato 40,32 euro del 2017 e 99,02 euro del 2019. Nel 2017 gli utenti del mercato tutelato hanno speso 524,46 euro mentre quelli che hanno già aderito al mercato libero 484,14 euro. Nel 2018, addirittura, si è passati da 478,63 euro spesi dagli utenti del mercato libero a 570 euro per quelli del mercato tutelato. L’anno da poco iniziato, secondo l’indagine in oggetto, dovrebbe attestarsi sui 505 euro per gli utenti del mercato libero contro 604,81 del mercato tutelato tenendo presente i primi 3 mesi.

Anche per la bolletta del gas il vantaggio appare lampante. Considerando un consumo di 1400 metri cubi a Milano, ad esempio, un utente medio ha pagato nel 2017 1147,38 euro nel mercato tutelato contro 981 del mercato libero.

I vantaggi

Nonostante tutto si fa notare come i consumatori italiani siano ancora restii a cambiare, nonostante dall’anno prossimo sarà praticamente obbligatorio. Bisogna anche considerare le differenze. Nel mercato tutelato le tariffe vengono stabilite ogni tre mesi dall’Arera basandosi sulle quotazioni internazionali degli idrocarburi, mentre nel mercato libero sono le società in concorrenza ad offrire varie soluzioni.

Leggi anche: Bollette luce e gas: cosa cambia dal 1° aprile con le tariffe in calo

Argomenti: ,