Bollette della luce: mega aumenti nel 2019, lo spettro dei rincari tariffari

Il caos delle bollette della luce sembra non voler finire e dal 2019 potrebbe arrivare pure un maxi rincaro delle tariffe, a partire dai possessori di seconda casa.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Il caos delle bollette della luce sembra non voler finire e dal 2019 potrebbe arrivare pure un maxi rincaro delle tariffe, a partire dai possessori di seconda casa.

Sembra non finire mai il polverone sugli aumenti delle bollette della luce, specialmente dopo la notizia dell’ennesimo balzello ossia gli oneri di sistema che dovremo pagare in più a causa dei morosi. Mentre la questione non sembra ancora del tutto chiarita, visto che devono essere calcolati precisamente gli importi, si torna a parlare anche di aumenti e delle maxi stangate.

Cosa potrebbe cambiare con l’avvio del mercato libero

Già il Codacons aveva confermato che negli ultimi anni il costo della bolletta elettrica è cresciuto in maniera vertiginosa e le famiglie si trovano a pagare una cifra di 68 euro in più. La vera stangata però arriverà solo nel 2019 quando si passerà dal mercato tutelato al mercato libero. Questo potrebbe voler dire un aumento dei prezzi non indifferente considerando che lo Stato non avrà più voce in capitolo e la creazione di tante società che andranno a proporre tariffe personalizzate senza che esso possa esprimersi.

Rincari per seconde case e lo spettro degli aumenti tariffari

Andando a fare mente locale su quello che potrebbe aspettarci partiamo dalla voce, oneri di sistema, che secondo le ultime notizie di questi giorni dovremo pagare per colmare il vuoto lasciato dai morosi, ma se in questo caso si parla di pochi euro in più, almeno secondo detto dall’Enel, i rincari maggiori riguarderanno le seconde case, i non residenti devono infatti pagare 20 euro al mese di base, anche senza consumi. Questo a causa della riforma decisa dell’Autorità per l’energia che ha dato più peso ai costi fissi ora slegati dallo scaglione di consumo rispetto al peso dato ai consumi effettivi, un meccanismo che ha colpito molto le seconde case in particolare.

Bollette della luce non pagate: saremo noi a sborsare per i morosi

Stessa morosità nel servizio idrico

E non sono mancate le segnalazioni da parte di utenti non residenti che si sono visti addebitare cifre superiori a quelle pagate in passato. Una situazione che vede poche vie d’uscita se non cercare i prezzi più bassi sul mercato cercando nella pagina Trova Offerte dell’Autorità per l’energia facendo attenzione a tutti i costi. Intanto, il Codacons ha spiegato che la bolletta dell’energia subisce lo stesso tipo di morosità nel servizio idrico e il rischio è che altre voci potrebbero riguardare, ad esempio, la Tari. Il 2019 insomma si aprirà nel segno di una possibile maxi stangata per gli italiani, nel frattempo si attende di sapere quali sono gli importi precisi del nuovo balzello relativo al vuoto lasciato dai morosi, ricordando che non è vero che si pagherà 35 euro in più ma sicuramente, o almeno si spera, molto meno. 

Leggi anche: Bolletta della luce costa sempre di più: quanto è aumentata in 6 anni

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Servizi pubblici

I commenti sono chiusi.