Bloomberg: L’Italia Viene Dopo la Spagna nella Ragnatela della Crisi da Debito

Per Bloomberg l'Italia adesso è sotto osservazione, a causa del suo alto debito e della mancata crescita. Se ci saranno problemi nell'accesso al mercato, per la BCE e Germania sarà il momento della verità.

di Carmen Gallus, curatrice Dall'Estero, pubblicato il
Per Bloomberg l'Italia adesso è sotto osservazione, a causa del suo alto debito e della mancata crescita. Se ci saranno problemi nell'accesso al mercato,  per la  BCE e Germania sarà il momento della verità.

I 100 miliardi di euro di salvataggio per le banche Spagnole hanno portato l’Italia sulla linea del fronte della crisi del debito in Europa: i suoi titoli azionari e obbligazionari sono crollati sull’onda della preoccupazione che il paese potrebbe essere il prossimo a soccombere.

Oggi nella prima giornata di trading dopo il salvataggio Spagnolo i bonds Italiani a 10 anni hanno subito un tonfo. In un solo giorno il loro rendimento ha visto il massimo aumento dall’8 dicembre, di 27 punti base, al 6,04 per cento. Le azioni di UniCredit SpA (UCG) , la maggiore banca del paese, hanno subito il più ripido declino da cinque mesi.

” Dopo l’accordo con la Spagna, l’Italia è sotto esame” ha detto in un’intervista Nicola Marinelli, che amministra 153 milioni dollari al Glendevon King Asset Management di Londra. “Questo salvataggio non significa che l’Italia sarà sotto attacco, ma che gli investitori presteranno attenzione ad ogni minima informazione prima di decidere di acquistare o vendere titoli Italiani”.

Il direttore dell’agenzia del debito Maria Cannata la settimana scorsa ha detto che negli ultimi mesi un minor numero di investitori stranieri si sono presentati alle aste Italiane e che il paese potrebbe finanziarsi ancora a rendimenti fino all’8 per cento.

L’esodo dei compratori stranieri ha lasciato il Tesoro più dipendente dalle banche Italiane, che a loro volta sono state tra i maggiori mutuatari della Banca Centrale Europea nelle operazioni di prestito a tre anni.

L’Italia ritorna sul mercato prima della Spagna, il 13 giugno, per vendere 6,5 miliardi di € di buoni del Tesoro, e con un’asta di titoli il giorno successivo.

“Se l’Italia avrà un problema con l’accesso ai mercati, in quanto gli investitori perdono fiducia nella capacità dell’Italia di fare la cosa giusta, la BCE entrerà sotto tiro”, ha detto Thomas Mayer, un consigliere economico di Deutsche Bank AG, in un’intervista telefonica. Date le dimensioni del debito Italiano, solo la BCE ha la potenza di fuoco per salvare il paese e tuttavia, secondo Mayer, l’utilizzo di queste munizioni – attraverso il riacquisto di obbligazioni o nuovi prestiti a lungo termine – potrebbe risultare inaccettabile per la Germania e i suoi alleati del Nord Europa.

“Probabilmente la BCE dovrà riavviare l’acquisto di obbligazioni, ma ci saranno un sacco di venditori tra tutti coloro che sono preoccupati che la Spagna sarà la prossima Grecia e l’Italia la prossima Spagna”, ha detto Lex Van Dam, che gestisce 500 milioni di dollari per Hampstead Capital LLC di Londra.

Articolo originale: Italy Moves Into Debt-Crisis Crosshairs After Spain

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Banche italiane, Visti dall`estero

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.