Blocco del traffico in Lombardia: stop anche veicoli diesel Euro 3, novità dal 1° ottobre

Grazie al Piano Aria, dal 1 ottobre stop anche ai veicoli Euro 3 in Lombardia e a Milano.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Grazie al Piano Aria, dal 1 ottobre stop anche ai veicoli Euro 3 in Lombardia e a Milano.

Stop ai veicoli diesel Euro 3 in Lombardia dal 1 ottobre. In vista dei mesi invernali e con lo scopo di ridurre l’inquinamento atmosferico, scattano le misure per le auto inquinanti con alcune novità che riguardano i veicoli diesel Euro 3 che fino ad oggi non erano nella lista degli esclusi. Lo scopo è ridurre l’inquinamento ed evitare multe dall’Ue qualora si superino i giorni concessi sopra le soglie di agenti inquinanti.

Stop ai veicoli più inquinanti in Lombardia, le città interessate

A partire dal 1 ottobre i veicoli Euro 0 a benzina e diesel e Euro 1 e 2 diesel saranno limitati in 570 comuni lombardi a meno che non abbiano tre persone o più a bordo, per favorire il car pooling. Lo stop copre i seguenti orari: dal lunedì al venerdì meno che i  festivi infrasettimanali dalle ore 7.30 alle ore 19.30. La lista completa dei comuni che fanno parte delle limitazioni sono le seguenti: comuni di prima fascia e comuni di seconda fascia 

Il Piano Aria

La novità, come dicevamo, riguarda i veicoli diesel Euro 3, che dal 1 ottobre 2018 al 31 marzo 2019, e in seguito per ogni semestre durante i mesi invernali, non potranno circolare dal lunedì al venerdì, meno che i giorni festivi, dalle ore 7.30 alle ore 19.30. In questo caso i comuni di prima fascia aderenti sono 209 in tutta la Lombardia e 5 di seconda fascia ossia cinque comuni di seconda fascia: Varese, Lecco, Vigevano, Abbiategrasso e San Giuliano Milanese. Nello stop previsto sono inclusi anche i motocicli e ciclomotori a due tempi Euro 0 che non possono circolare per tutto il giorno e per tutto l’anno da aprile 2019 mentre per quelli  a due tempi Euro 1 valgono le stesse regole dei veicoli diesel Euro 3 in 209 comuni lombardi.

Da gennaio le novità per l’Area B

Come sempre alla base di queste decisioni c’è la volontà di ridurre l’inquinamento atmosferico e va ricordato che da gennaio 2019 a Milano scatta anche l’Area B, limitazioni che dal prossimo anno interesseranno 420 mila auto e 160 mila furgoni in più. Dal 21 gennaio 16 telecamere controlleranno gli accessi nell’area B e copriranno il 70% della città. Già da ottobre i veicoli diesel Euro 4 non potranno entrare nell’area B, regola che sarà ampliata a tutta la regione a partire dal 2020, mentre sempre a Milano, nell’area B, non poranni circolare i veicoli diesel Euro 5 dal 2022 e in tutta la regione dal 2025.

Leggi anche: Area B Milano, stop alle auto più inquinanti: guerra allo smog con i nuovi divieti

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia