Blocco auto Milano: da oggi 23 ottobre stop ai diesel Euro 4, cosa sapere

Le auto con motore diesel Euro 4 non potranno circolare tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.30.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Le auto con motore diesel Euro 4 non potranno circolare tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.30.

Dopo che le rilevazioni hanno segnalato valori di Pm10 superiori rispetto ai 50 microgrammi previsti dal Protocollo Aria, Milano ha deciso il blocco auto per i diesel Euro 4. Il divieto alla circolazione dei veicoli più inquinanti scatterà da oggi, martedì 23 ottobre. Per effetto del blocco, le auto con motore diesel Euro 4 non potranno circolare tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.30. La disposizione varrà fino a quando non si registreranno due giorni consecutivi in cui i valori delle polveri sottili saranno inferiori al limite dei 50 microgrammi indicati nel protocollo firmato dalle regioni del Nord Italia Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna.

Fino a quando ci sarà il blocco auto a Milano?

La prossima rilevazione sarà effettuata nella giornata di giovedì. Se nelle 48 ore precedenti i valori delle Pm10 dovessero essere tornati alla normalità, il giorno successivo – venerdì – i diesel Euro 4 potranno di nuovo circolare liberamente. In alternativa, il blocco proseguirà fino a lunedì, quando verrà eseguita una nuova valutazione riguardo al valore della concentrazione nell’aria delle polveri sottili al fine di decidere se proseguire o meno il divieto alla circolazione dei veicoli ritenuti più inquinanti, tra cui appunto gli Euro 4 (diesel).

Leggi anche: Blocco Auto Euro 6: ecco i modelli diesel che potranno circolare due anni in più

Divieto di superare i 19° gradi all’interno delle abitazioni e negli esercizi commerciali

Oltre al blocco auto, la normativa prevista all’interno del Protocollo Aria firmato dalle regioni Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna prevede che la temperatura all’interno delle abitazioni domestiche e negli esercizi commerciali non superi i 19 gradi. Inoltre, vi è il divieto di utilizzare dei sistemi di riscaldamento a legna non efficienti. Dal nuovo anno a oggi, come riporta l’edizione locale del Corriere della Sera, nel capoluogo meneghino si sono registrati 45 giorni di sforamento dei valori di polveri sottili oltre il limite consentito. Lo scorso anno, invece, i giorni erano stati in totale 97.

Codacons lancia azione risarcitoria per i cittadini dell’ Emilia Romagna

Intanto il Codacons ha lanciato un’ azione risarcitoria per cittadini dell’Emilia Romagna danneggiati dal blocco delle auto diesel. Sul sito www.codacons.it è presente il modulo di diffida per i
residenti in Emilia Romagna che possono chiedere la revoca dell’accordo e il rimborso dei contributi per la sostituzione della propria automobile.

Leggi anche: Caminetti e manovra antismog in Emilia Romagna: nuove regole in vigore e restrizioni

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia