Blocco aumento Iva, il premier Conte agli industriali: “Scongiurato rincaro da 542 euro a famiglia”

Il governo ha previsto risorse complessive per poco più di 2 miliardi nel corso nel 2020.

di , pubblicato il
Il governo ha previsto risorse complessive per poco più di 2 miliardi nel corso nel 2020.

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è intervenuto all’assemblea di Assolombarda, davanti a un folto gruppo di imprenditori della regione Lombardia. Giuseppe Conte ha rimarcato come il blocco all’aumento dell’IVA abbia scongiurato un rincaro da 542 euro a famiglia. Secondo quanto dichiarato dal premier, un eventuale passaggio al 25% dell’imposta sul valore aggiunto “avrebbe costituito un enorme ostacolo per il rilancio del Paese”, sottolineando la spesa annua aggiuntiva per ciascuna famiglia italiana.

Esclusa l’introduzione di una patrimoniale

No secco anche all’ipotesi di introdurre una nuova patrimoniale, con il premier che ha ribadito come nelle intenzioni del governo giallorosso non ci sia alcuna penalizzazione contro il settore dell’edilizia né di andare a “toccare il diritto all’abitazione”.

18 miliardi dalla riduzione dello spread

Il primo ministro italiano ha poi parlato di spread, affermando che la riduzione del differenziale tra il rendimento dei titoli di stato italiani e quelli tedeschi arrecherà per lo Stato risorse pari a 18 miliardi di euro, le quali saranno reinvestite per la riduzione del cuneo fiscale, per ridurre le tasse e investire nella costruzione delle infrastrutture.

Bonomi (presidente di Assolombarda) chiede uno sforzo maggiore per il taglio del cuneo fiscale

Nel testo della Nadef (nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza) compare il disegno di legge sulla riduzione del cuneo fiscale in qualità di collegato alla prossima manovra finanziaria. Il governo ha previsto risorse complessive per poco più di 2 miliardi nel corso nel 2020, cifra ritenuta insufficiente da Carlo Bonomi, presidente di Assolombarda e intervenuto prima che Giuseppe Conte prendesse la parola. Il numero uno degli imprenditori lombardi ha sottolineato come per un serio abbattimento del cuneo siano necessarie almeno 13 o 14 miliardi.

Italia salvata dalla politica monetaria espansiva della Banca centrale europea

Bonomi ha rincarato la dose quando ha sottolineato che l’Italia non ha ancora promosso “riforme serie e vere”, ricevendo un’insperata scialuppa di salvataggio dalla stessa Bce di Mario Draghi e il suo Qe (Quantitative easing), su cui nelle scorse settimane ha messo gli occhi anche il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Il numero uno di Assolombarda ha citato lo stesso Draghi durante il suo discorso, definendolo “un grande italiano”.

Leggi anche: Legge di Bilancio 2020: Cashback e bonus Befana, le mosse del governo pro pagamenti elettronici

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,
  • stefano ha detto:

    542 diviso 12 41 euro al mese.Uno non deve nemmeno essere fumatore.Poveri imbecilli………….

  • >