Black Friday, Prime Day e il crollo dei negozi di quartiere

Gli eventi dedicati alle offerte e gli sconti mandano in crisi i negozi fisici.

di , pubblicato il
crisi negozi

Non è solo il coronavirus a mandare in crisi i negozi fisici. Secondo Confesercenti anche le promozioni senza regole alterano gli equilibri di mercato e mettono a rischio le attività dei negozi. Il riferimento è ovviamente a tutte quelle giornate dedicate ai grandi sconti come il Black Friday o il Prime Day di Amazon

Negozi in crisi

Secondo Confesercenti, queste giornate dedicate alle promozioni rischiano di “soffiare” gli acquisti di Natale alle altre forme distributive, con la concreta possibilità di infliggere un ulteriore colpo ai negozi”. Il rischio è di perdere 3 miliardi e di ricadere nel baratro dopo il lockdown

Ovviamente, ci si riferisce ad eventi come l’appena terminato Prime Day e il futuro Black Friday, giornate dedicate agli sconti in cui gli italiani sfruttano le offerte per fare i regali di Natale o acquisti importanti:

“C’è il serio rischio che venga meno la pluralità delle offerte, cosa che tutela i consumatori e che in un mercato sano ed evoluto dovrebbe essere garantita dallo Stato. Come già presentato al ministro Patuanelli, è necessario intervenire con i fondi del Recovery Fund per la creazione di una piattaforma digitale dedicata al retail del Made in Italy, costruita e gestita direttamente dal commercio italiano, che metta gli esercizi di vicinato in condizione di concorrere con i colossi del web internazionale e consenta di salvaguardare il nostro tessuto economico” ha detto Confesercenti parlando della crisi dei negozi.

Amazon pronta ad aiutare le piccole e medie imprese

In Francia, secondo Confesercenti, è stato chiesto di abolire il Black Friday e anche nel nostro paese bisognerebbe seguire lo stesso esempio, dopo che molti negozi stanno anche abbassando le saracinesche e interi quartieri sono svuotati.

Come risposta, Amazon ha chiarito che grazie al Prime Day investirà 85 milioni di euro per aiutare le piccole e medie imprese. Si tratta, insomma, di una questione che vede da un lato i negozi fisici, sempre più in crisi, e dall’altro il successo inarrestabile del commercio online che grazie a giornate di sconti come il Black Friday, riesce a catturare milioni di persone e potenziare un vero e proprio primato. 

Vedi anche: Coronavirus e boom dell’e-commerce: la crisi dei piccoli negozi schiacciati dallo shopping online

[email protected]

Argomenti: ,