Bitcoin, prezzi sfondano 1.000 dollari: il 2017 inizia col botto per la criptomoneta

Quotazioni dei Bitcoin oltre i 1.000 dollari, a +60% in sei mesi. Clamoroso il boom delle ultime due settimane.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
Quotazioni dei Bitcoin oltre i 1.000 dollari, a +60% in sei mesi. Clamoroso il boom delle ultime due settimane.

I prezzi dei Bitcoin hanno sfondato oggi la soglia dei 1.000 dollari, consolidando i guadagni già messi a segno nel 2016, pari a oltre il 120%. In questo istante, le quotazioni si aggirano sui 1.020 dollari, segnando un progresso del 60% negli ultimi sei mesi, quando nello stesso arco di tempo quelle dell’oro risultano scese del 14%. Un inizio col botto per il 2017 della “criptomoneta”, il cui valore complessivo sul mercato ammonta ormai a 16 miliardi di dollari.

Cosa stia spingendo i prezzi lo abbiamo scritto più volte nelle ultime settimane. Gli investitori, anche quelli istituzionali, sarebbero preoccupati per una serie di ragioni sul futuro dell’economia mondiale, nonostante i tassi di crescita quest’anno siano attesi in miglioramento. La crisi europea spicca tra i timori principali: da qui ai prossimi 9 mesi si vota in Olanda, Francia e Germania e l’ascesa dei movimenti euro-scettici potrebbe portare a uno stravolgimento della geo-politica nel Vecchio Continente. (Leggi anche: Bitcoin, previsioni per il 2017)

Pesano India e Cina

Ma la corsa ai Bitcoin sembra avere subito un’improvvisa accelerazione nelle ultime due settimane, nel corso delle quali i guadagni sono stati di quasi il 30%. E’ molto probabile, che questo rinvigorimento stia coincidendo sia con le restrizioni ai movimenti dei capitali introdotte in Cina, sia anche con la lotta al contante annunciata in Venezuela, seguente quella dell’India di quasi due mesi fa, che sta provocando in entrambi i paesi forti problemi di liquidità.

Che possa anche esservi dietro qualche investitore timoroso per la crisi delle banche italiane? Non possiamo escluderlo, visto che il grafico delle quotazioni si spiega che proprio in coincidenza con il flop dell’aumento di capitale di MPS, alla base del salvataggio pubblico del governo Gentiloni, i Bitcoin hanno visto aumentare i prezzi, prima verso gli 800 dollari e in pochissime sedute a 900 e ora anche sfondando i 1.000 dollari. (Leggi anche: Bitcoin, prezzi ai massimi da quasi 3 anni: ecco perché la criptomoneta vince)

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Altre economie, Bitcoin, Crisi del Venezuela, Crisi delle banche, Crisi materie prime, Crisi paesi emergenti, Economia Europa, Economia Italia, Economie Asia, Oro, Rallentamento dell'economia cinese

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.