Berlusconi sostiene il governo, ma avverte : via Imu e Ineleggibilita entro i primi di giugno

Berlusconi appoggia Letta, ma pone le sue condizioni.

di , pubblicato il
Berlusconi appoggia Letta, ma pone le sue condizioni.

Silvio Berlusconi assicura il suo sostegno al governo Letta “e’ una occasione epocale e io daro’ il mio sostegno piu’ forte e leale a questo esecutivo e alla maggioranza”. Ma pone le sue condizioni: entro i primi di giugno il decreto che conterrà le misure necessarie a riavviare lo sviluppo economico italiano deve deve vedere luce, e dovrà contenere l’abrogazione totale dell’Imu e gli altri provvedimenti economici come Iva e azzeramento delle tasse per le nuove assunzioni. Per quanto riguarda una questione che lo tocca molto da vicino, Berlusconi ironizza ai microfoni del Tg4 sull’ineleggibilità “”Ci sono delle ipotesi abbastanza divertenti. Mi sembra che qualcuno abbia portato avanti l’ipotesi di una ineleggibilita’ del sottoscritto dopo 20 anni di voti di milioni di italiani e dopo tanti Parlamenti che hanno sempre approvato la mia eleggibilita’”. Berlusconi avverte che la questione della sua ineleggibilità è una mossa politica per eliminarlo, e,  abbinata al tentativo di bloccare Grillo con la legge Finocchiaro contro il Movimento 5 Stelle, lascerebbe il Pd a correre da solo alle prossime elezioni. L’appoggio al governo, però, salterebbe in caso di un asse Pd- Movimento 5 Stelle. Il messaggio è molto chiaro la tenuta del governo è legata a quello che potrebbe accadere in Giunta: se anche un solo senatore del Pd votasse a favore del candidato grillino, invece che del leghista Volpi, per la presidenze della Giunta per le elezioni del Senato, avallerebbe la mozione dei 5 Stelle sull’ineleggibilità, e in questo caso il governo in questo caso avrebbe vita brevissima.

Argomenti: