Beppe Grillo propone Dario Fo al Quirinale

Il premio Nobel Dario Fo nuovo Presidente della Repubblica?

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Il premio Nobel Dario Fo nuovo Presidente della Repubblica?

Potrebbe essere Dario Fo il prossimo Presidente della Repubblica, successore di Giorgio Napolitano? La proposta lanciata da Beppe Grillo nella tappa di Reggio Emilia dello tsunami tour, ha diviso l’opinione pubblica. Il portavoce del Movimento 5 Stelle non ha dubbi sull’idoneità del premio Nobel per la letteratura a ricoprire questo ruolo: “Io ce lo vedo. Una mente straordinaria, arriva su tutto” Un sostegno, quello a Dario Fo, che non dipenderà dagli esiti delle prossime elezioni politiche: “Chiunque vinca le elezioni, qualunque governo nascerà durerà sei mesi, poi ci saranno di nuovo le elezioni e prenderemo tutto“. E sulla priorità della cultura sulle spese militari l’ex comico non ha dubbi perché «a noi piace la matita non il Kalashnikov». 

Dario Fo come Obama?

In molti vedono nella mente illuminata di Dario Fo la risposta italiana ad Obama. E proprio il premio Nobel non ha nascosto la sua soddisfazione per la rielezione del Presidente degli USA: “Con Franca Rame e tutto il mio studio non abbiamo tirato fuori la bottiglia di champagne ma è come se lo avessimo fatto. Se avesse vinto l’altro candidato, Mitt Romney, con le sue proposte politiche sarebbe stata dura soprattutto per due problemi difficili negli Stati Uniti: gli ospedali e la copertura delle spese per chi non è abbiente e le scuole che da noi ottengono denaro tolto a quelle pubbliche. In America almeno questo non succede: non portano via i soldi alle scuole pubbliche e nemmeno danno sovvenzioni alle private“. Quanto alla corruzione ha precisato “non bisogna dimenticare che in Usa si va in galera se si fanno gabole per evitare di pagare le tasse. Basta pensare al gangster dei gangster, Al Capone, che finì in galera per essere stato beccato a non pagare le tasse. Se anche noi facessimo così saremmo un paese civile. Per me la cosa più importante è questa

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica