Beppe Grillo contro la vivisezione: crudele, inutile e dannosa

Il portavoce chiarisce la sua posizione: nessuno parli a nome del Movimento Cinque Stelle

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Il portavoce chiarisce la sua posizione: nessuno parli a nome del Movimento Cinque Stelle

Le Scienze, in un articolo di confronto per punti tra i partiti candidati alle elezioni politiche 2013, ha schierato il Movimento Cinque Stelle a favore dell’uso degli animali nella ricerca. Beppe Grillo ha prontamente chiarito la sua posizione: “Io sono contro la vivisezione perché crudele, inutile e dannosa. L’ho scritto sul blog molte volte in questi anni e ho supportato spesso iniziative del Comitato Scientifico Antivivisezionista Equivita a cui aderisce Fulco Pratesi”.     E in effetti, scorrendo nell’archivio del blog di Beppe Grillo, si trova un articolo scritto dal leader genovese e datato addirittura gennaio 2006, dal titolo “La vivisezione è inutile”. Un post in cui Grillo propone di abolire per legge la vivisezione e provoca chi sostiene l’utilità di questa pratica a fini medici: Vorrei vedere se qualcuno vivisezionasse il vostro gatto o il vostro cane come reagireste a queste parole. A sostegno della sua opinione Grillo aveva citato anche un articolo pubblicato il 10/11/2005 dalla rivista di settore Nature in cui alcuni scienziati sostenevano peraltro la scarsa affidabilità e la tossicità dei test sugli animali. Il post si chiudeva con una frase di Albert Einstein: “Vivisezione. Nessuno scopo è così alto da giustificare metodi così indegni”. Beppe Grillo quindi non avrebbe neppure bisogno di chiarire ulteriormente la sua posizione. A proposito della posizione favorevole del M5S dichiarata alla rivista scientifica, Grillo ha comunque precisato che nessuno è autorizzato a fornire risposte sul programma diverse da quello depositato al Viminale. Evidentemente qualcuno, con scarse conoscenze della posizione del movimento sul punto oppure in maniera maliziosa, si è arrogato il diritto di presentare una personale idea attribuendola a tutto il partito. Trattasi di Fabrizio Bocchino, ricercatore e astronomo candidato con i 5 Stelle in Sicilia, che ha rilasciato un’intervista a Le Scienze in cui precisa che L’uso degli animali nella ricerca biomedica è ancora di fondamentale importanza” Non è bastata la chiusura diplomatica: “Questo campo deve essere fortemente normato e controllato, per evitare abusi, e minimizzare le sofferenze ed il disagio degli animali, salvaguardando gli scopi di salute pubblica”.

Bersani a favore della sperimentazione sugli animali se serve a salvare delle vite umane

Alla stessa intervista ha partecipato anche Bersani. Alla domanda sulla vivisezione il leader del Pd ha risposto: “Chi è contrario all’uso degli animali in laboratorio va rispettato, ma, al contempo, credo che i test sugli animali siano indispensabili. Almeno fino a che non saranno individuati metodi alternativi scientificamente accettabili”. La sua posizione ha immediatamente suscitato la reazione della rete: basta digitare “Bersani vivisezione” nel motore di ricerca per visualizzare una carrellata di offese.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica